Italia markets open in 2 hours 43 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.426,57
    -236,93 (-0,80%)
     
  • EUR/USD

    1,2024
    -0,0036 (-0,30%)
     
  • BTC-EUR

    40.915,73
    +1.934,43 (+4,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    989,61
    +1,77 (+0,18%)
     
  • HANG SENG

    29.188,26
    -264,31 (-0,90%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: l’Oro fa Dietrofront e il Greggio Perde Leggermente Quota

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Oro, petrolio e gas naturale si sono contratti leggermente nella seduta di ieri, con il metallo prezioso che ha fatto nuovamente dietro-front dopo essersi avvicinato alla resistenza di 1850 dollari l’oncia.

Previsioni sul prezzo dell’Oro

Nella serata di ieri, l’oro si è contratto nuovamente e stamattina, alle ore 8:10, è scambiato a quota 1819 dollari l’oncia.

Per il prezzo dell’oro, così come per il petrolio e il gas naturale, ha pesato particolarmente nella giornata di ieri il rialzo del dollaro statunitense.

Ad ogni modo, al netto di eventuali movimenti imprevisti, la principale soglia di supporto è quella fissata a quota 1788 dollari l’oncia, mentre la resistenza resta a 1857 dollari.

Il prezzo dell’argento si trova invece stabile intorno ai 27 dollari.

Previsioni sul prezzo del Petrolio Greggio

Anche il petrolio greggio si è mosso leggermente al ribasso nella seduta di ieri, pur mantenendo la sua tendenza rialzista di breve termine.

Nel complesso, per il Wti potrebbe attendersi da ora in avanti una lieve inversione di tendenza, ma la soglia critica di 55 dollari al barile rappresenta una soglia di supporto coriacea.

Quanto al Brent, invece, un minimo livello di supporto, anche in caso di forti turbolenze, è rappresentato dalla soglia a 60 dollari al barile.

Una seconda fascia di supporto si trova invece a quota 57,50 dollari.

Stamattina, il greggio Wti viene scambiato a 57,72 dollari e il Brent a 60,4 dollari: i movimenti rialzisti dovranno in primo luogo tentare di raggiungere i precedenti livelli di 58 e 61 dollari.

Previsioni sul prezzo del gas naturale

Il gas naturale si è contratto a causa dei dati sugli inventari statunitensi, che hanno visto, nonostante le temperature fredde, un calo inferiore rispetto alle attese degli analisti.

Le previsioni meteo continuano però a mostrare temperature particolarmente fredde negli USA, che lasciano intendere un possibile nuovo rialzo verso i 3 dollari a causa dell’aumento della domanda.

La fascia principale di supporto si può identificare a quota 2,84 dollari, mentre la resistenza si trova ai massimi di febbraio, a quota 3,06 dollari.

Il Calendario Economico della Settimana

Ieri il FTSE Mib di Piazza Affari ha recuperato il lieve calo della giornata precedente, dopo una seduta particolarmente volatile che ha visto l’indice di Milano terminare in rialzo del +0,18%.

Il CAC40 di Parigi ha invece chiuso in pareggio a 5669 punti, mentre l’Ibex-35 di Madrid si è contratto del -0,34%. Infine, il DAX30 di Francoforte è stato l’unico indice in più netto rialzo, del +0,77%.

La settimana volge al termine nella giornata di oggi con il PIL del quarto trimestre 2020 nel Regno Unito e la sua produzione industriale e manifatturiera a Dicembre 2020.

I dati sulla produzione industriale saranno forniti, nel corso della giornata, anche dall’Unione Europea.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: