Italia markets close in 43 minutes
  • FTSE MIB

    24.130,54
    +41,89 (+0,17%)
     
  • Dow Jones

    34.006,98
    +185,68 (+0,55%)
     
  • Nasdaq

    13.827,09
    +40,82 (+0,30%)
     
  • Nikkei 225

    28.508,55
    -591,83 (-2,03%)
     
  • Petrolio

    62,09
    -0,58 (-0,93%)
     
  • BTC-EUR

    46.790,68
    -327,88 (-0,70%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.293,08
    +30,12 (+2,38%)
     
  • Oro

    1.794,70
    +16,30 (+0,92%)
     
  • EUR/USD

    1,2024
    -0,0017 (-0,14%)
     
  • S&P 500

    4.150,66
    +15,72 (+0,38%)
     
  • HANG SENG

    28.621,92
    -513,81 (-1,76%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.980,75
    +40,29 (+1,02%)
     
  • EUR/GBP

    0,8624
    -0,0010 (-0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,1035
    +0,0019 (+0,17%)
     
  • EUR/CAD

    1,5003
    -0,0167 (-1,10%)
     

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: Brent verso i 70$, Gas Vicino a un Supporto Critico

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

La scorsa settimana ha visto l’oro chiudere la sua corsa, dopo alcuni tentativi infruttuosi di ripresa, sotto quota 1730 dollari l’oncia.

Anche il gas naturale si è contratto nell’ultima seduta e ha mostrato un calo fino a quota 2,6 dollari esatti, del -2,55%.

Quanto al petrolio greggio, la tendenza rialzista non è venuta meno, e si è assistito a una convincente ripresa negli ultimi giorni della settimana, che prosegue stamattina.

Previsioni su oro, petrolio e gas naturale per la nuova settimana

Per la nuova settimana dei mercati, con riferimento al prezzo dell’oro, è possibile ipotizzare una serie di nuovi tentativi di sfondamento della resistenza a quota 1750 dollari l’oncia, che è stata testata più volte nel corso dell’ultima settimana.

I numerosi market movers (che saranno elencati successivamente nel dettaglio) potrebbero però contribuire a indebolire ulteriormente il metallo prezioso, fino alla fascia di supporto critica a quota 1680 dollari, il cui superamento indicherebbe una ripresa della tendenza ribassista.

Quanto al petrolio greggio, alle ore 9:15 di oggi il Wti è in netto rialzo a 66,16 dollari al barile e il Brent si trova a 69,80 dollari al barile, vicinissimo alla fascia di resistenza di 70 dollari.

Per il Brent l’obiettivo è rappresentato da questo valore chiave, ma anche il Wti potrebbe portarsi ancora in rialzo, se i dati sulle scorte USA sosterranno la rinnovata fiducia degli investitori.

Per il greggio texano, però, un’inversione di tendenza potrebbe verificarsi qualora il prezzo dovesse spingersi sotto i 63 dollari, con il risultato di riportarlo nuovamente in bilico tra i 60 e i 62 dollari.

Infine, il gas naturale che attualmente si trova a 2,532 dollari, si è indebolito anche a causa dell’avvicinarsi della primavera, che incide chiaramente sulla domanda globale. Le prossime giornate saranno fondamentali, ma intanto è possibile ipotizzare un ribasso per la settimana in corso, dal momento che le previsioni meteo continuano a pesare sulla domanda statunitense e non solo.

Attualmente, il supporto più imminente è quello a 2,527 dollari, mentre la prima resistenza da superare per il gas naturale è fissata a 2,622$ e successivamente a 2,706$.

Il Calendario Economico della Settimana

La nuova settimana dei mercati si apre quest’oggi con la produzione industriale e le vendite al dettaglio cinesi, a cui seguono l’indice dei prezzi all’ingrosso in Germania e le aste francesi e statunitensi dei titoli a 3 e 6 mesi (nel caso francese anche a 12 mesi).

Domani, si continua con la produzione industriale giapponese, l’IPC francese e italiano e l’indice ZEW, sia per il Sentiment di fiducia nell’intera Eurozona che per l’economia tedesca.

Si continua con le vendite al dettaglio e la produzione industriale e manifatturiera statunitensi nel mese di Febbraio 2021, che insieme possono fornire una prospettiva sull’impatto delle prime misure di stimolo e delle campagne di vaccinazione negli USA.

Mercoledì, sarà invece il turno degli aggiornamenti per il mese di Febbraio 2021 sulle immatricolazioni auto in Europa, Italia inclusa, a cui farà seguito il saldo della bilancia commerciale spagnola e l’indice dei prezzi al consumo nell’Eurozona.

Nel pomeriggio si conosceranno come ogni settimana gli aggiornamenti sulle scorte statunitensi di petrolio greggio, sulle sue importazioni e sulla produzione di benzina e distillati.

Infine, in serata l’attenzione sarà puntata sulle decisioni e proiezioni economiche del FOMC, che saranno rappresentate nel corso di una conferenza stampa che si dovrebbe tenere verso le ore 19:30 italiane.

Passando a giovedì, la settimana si avvicina al termine con il saldo della bilancia commerciale italiana e più avanti in giornata dell’intera Eurozona (dati di Gennaio 2021), mentre dal Regno Unito si attendono eventuali decisioni sull’aggiornamento del tasso di interesse e del Quantitative Easing complessivo.

Infine, la settimana termina venerdì con la conferenza stampa della Bank of Japan in cui verranno esposti gli ultimi verbali della riunione sulla politica monetaria, mentre dall’Europa giungerà l’indice tedesco dei prezzi di produzione.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: