Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.892,45
    +114,69 (+0,33%)
     
  • Nasdaq

    13.458,11
    -294,13 (-2,14%)
     
  • Nikkei 225

    29.518,34
    +160,52 (+0,55%)
     
  • EUR/USD

    1,2149
    -0,0019 (-0,16%)
     
  • BTC-EUR

    46.818,07
    -810,08 (-1,70%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.521,50
    -39,80 (-2,55%)
     
  • HANG SENG

    28.595,66
    -14,99 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    4.206,49
    -26,11 (-0,62%)
     

Previsioni sul Prezzo del Petrolio e Gas Naturale: Greggio Stabile, Gas verso la Resistenza a 2,6$

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Il petrolio greggio si è mantenuto poco mosso nella sessione di scambi di ieri, mentre il gas naturale, nonostante l’attesa per le temperature più calde, continua a mostrarsi solido sopra i 2,5 dollari, in discreto rialzo.

Seguono le previsioni sulla base dell’ultima analisi tecnica giornaliera.

Previsioni sul prezzo del Petrolio Greggio

Il petrolio greggio Wti si trova alle ore 8:50 di oggi a 59,97 dollari, mentre il Brent è scambiato a 63,60 dollari.

L’area di maggiore interesse per il greggio Wti è quella, imminente, dei 60 dollari al barile, che rappresenta anche una sorta di baricentro per le quotazioni: se il prezzo dovesse portarsi sopra questo valore già nelle prossime ore, allora si potrebbe assistere a elevati volumi di acquisti in grado di trainare il Wti anche fino ai 63 dollari, target di resistenza principale.

Di contro, un allontanamento dal valore dei 60 dollari potrebbe originare un gap tecnico tale da innescare una corsa ribassista per il texano.

Per il Brent, che si muove allo stesso ritmo del Wti (entrambi ancora in rialzo del +0,5%), si prevede invece come principale target di resistenza quello fissato a quota 65 dollari al barile, sicuramente di difficile approccio senza una spinta sufficiente.

Come riportato dalle previsioni di Morgan Stanley, in assenza di market movers di rilievo e senza una domanda in grado di riprendere quota grazie ai piani di vaccinazione, i prezzi del greggio potrebbero restare sospesi sotto i 60 dollari anche per tutta l’estate.

Previsioni sul prezzo del Gas Naturale

Stamattina, il gas naturale è invece scambiato a 2,551 dollari.

Il prezzo del gas naturale, ancora sopra i 2,5 dollari, ha ormai raggiunto l’EMA a 200 giorni e approccia il livello di resistenza a 2,6 dollari che potrebbe garantire un solido rally.

Tuttavia, il periodo dell’anno non può che rallentare le aspirazioni rialziste della commodity, che si troverà presto ad affrontare un fisiologico crollo della domanda legato alla sua natura stagionale, con l’arrivo delle temperature più calde.

Così, nell’ipotesi in cui le previsioni meteo su temperature più elevate delle attese dovessero colpire il gas naturale, si può attendere un’inversione di tendenza almeno fino al livello di 2,40 dollari, principale supporto tecnico.

Il Calendario Economico della settimana

Oggi si attende il saldo della bilancia commerciale in Cina e in mattinata il PIL del Regno Unito e la produzione industriale italiana a Febbraio 2021.

Dal Regno Unito, più avanti nel corso della giornata, giungeranno anche i dati sulla produzione industriale e manifatturiera, oltre al saldo della bilancia commerciale.

Dal resto dell’Unione Europea, invece, giungeranno le rilevazioni ZEW sul Sentiment dell’economia tedesca e a livello dell’Eurozona; gli USA forniranno invece l’indice aggiornato sui prezzi al consumo, che influirà sul cambio EUR/USD.

Si continua domani con la produzione industriale nell’Eurozona e l’aggiornamento settimanale sulle scorte di petrolio greggio negli Stati Uniti, insieme alla produzione di benzina e distillati.

Giovedì è invece il turno degli indici IPC nei principali Paesi europei, Italia, Francia e Germania inclusi, e del consueto aggiornamento statunitense sulle richieste di sussidi di disoccupazione, che giungerà contestualmente alle vendite al dettaglio.

Nel pomeriggio italiano, sempre dagli Stati Uniti si attendono anche la produzione industriale, la produzione manifatturiera e le scorte di gas naturale.

Infine, la settimana volge al termine venerdì con il PIL trimestrale e la produzione industriale cinese, oltre alle vendite al dettaglio e al tasso di disoccupazione.

Ci sarà poi spazio per i dati sulle immatricolazioni di automobili in Europa e per il saldo della bilancia commerciale italiana e a livello europeo.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: