Italia Markets closed

Previsti decenni di crescita per il leader mondiale della birra

Paolo Crociato
 

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da diffusi rialzi per i nostri portafogli, che hanno beneficiato dell'andamento positivo di Wall Street, dopo la ripresa dei colloqui tra Stati Uniti e Cina per un accordo commerciale tra i due paesi, finalizzato alla riduzione dei reciproci dazi commerciali. Gli investitori hanno valutato positivamente i progressi del dialogo tra i due paesi e hanno acquistato con maggiore convinzione nella speranza che un possibile accordo possa portare benefici per tutta l'economia mondiale. In questo contesto, dieci aziende internazionali contenute nel nostro portafoglio Top Analisti hanno registrato crescite superiori al 2% nelle ultime cinque sedute. Tra queste, spicca il forte balzo di Caterpillar, quotato sul Nyse con simbolo CAT, in crescita di +5,5% da venerdì scorso, che porta il nostro guadagno sul titolo a +78,3% dal novembre 2015, data di inserimento nel portafoglio, a cui si aggiungono tutti i dividendi incassati nel periodo.

Fondata nel 1925 ed oltre 100.000 dipendenti, la società produce e vende in tutto il mondo attrezzature e macchinari per le costruzioni e l'estrazione mineraria, motori diesel e a gas naturale, turbine industriali a gas e locomotive diesel-elettriche, con un fatturato globale di oltre 55 miliardi. La società ha distribuito dividendi senza interruzioni dal 1925 ad oggi e vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti del dividendo per 26 anni consecutivi. Su queste basi, il titolo appartiene alla ristretta lista dei 57 Dividend Aristocrats (scarica la lista 2019 in Excel su dividendi.org ) , ovvero quelle aziende appartenenti all'indice S&P500 con almeno 25 anni consecutivi di aumenti dei dividendi. Il dividendo attuale è pari al 3,3% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali, con un Pay Out pari al 32%. Negli ultimi 10 anni il tasso di crescita del dividendo è stato pari al 7,7% annuo composto. Il giudizio medio dei 23 analisti e broker che seguono il titolo è pari a 2,5 su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell), con un potenziale pari a +8,7% per i prossimi 6-12 mesi. Nonostante il rialzo, manteniamo il titolo in portafoglio con un rating HOLD. 

Approfittando del clima più sereno di breve termine focalizziamo oggi la nostra attenzione su una importante multinazionale europea nel settore delle bevande che ha appena completato con successo un maxi collocamento di azioni sulla borsa di Hong Kong. Nella prima settimana di scambi il titolo ha guadagnato oltre il 10% confermando le forti prospettive di crescita previste per l'azienda in Asia, con vendite concentrate principalmente in Cina, India, Australia, Corea, Vietnam e altri paesi dell'area. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,4% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,1 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,6. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi: +14% (10,6% target medio analisti +3,4% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +10,6% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,4% annuo, per un totale di incremento stimato pari +14%.

Nuovo BUY - Target +28% e dividendo semestrale - Previsti decenni di crescita per il leader mondiale della birra

Gli analisti sono concordi: il mercato mondiale della birra continuerà a crescere a ritmi sostenuti. Secondo un recente studio di Mordor Intelligence, il fatturato globale della birra raggiungerà la cifra record di 805 miliardi di dollari entro il 2024, con un incremento previsto del 5,5% annuo composto, ed una quota crescente di mercato da parte della birra analcolica. Si tratta di un business stabile e ben consolidato che non dovrebbe mancare in un portafoglio diversificato che punti a rendite superiori.

A fine 2017, il consumo mondiale di birra era attestato a 1,957 miliardi di ettolitri, con numerosi paesi emergenti che hanno registrato incrementi a due cifre. Le crescite più significative si stanno registrando in Asia, con la Cina che si classifica al secondo posto per consumi dopo gli Stati Uniti. La società che analizziamo oggi ha prodotto oltre 600 milioni di ettolitri, con una quota del 31,4% di tutta la produzione mondiale di birra.

Descrizione del business: Con sede principale in Europa ed oltre 175.000 dipendenti, questa società opera in oltre 120 paesi del mondo ed è uno dei maggiori produttori mondiali di birra, con circa 500 marchi distribuiti. Negli ultimi 10 anni i ricavi sono stati in costante crescita, attestandosi a 55 miliardi di dollari, con crescite del 4,6% annuo composto, superiori rispetto a grandi multinazionali del calibro di L'Oreal (+4,4% a dieci anni), Pepsico (+3,8%) e Coca Cola (+3,3%). , La società si impegna a costruire brand che rimangono nel tempo e a produrre le migliori birre usando materie prime di qualità. Attualmente, il portafoglio della società include cinque dei dieci marchi di birra più venduti al mondo e 18 marchi di birra che superano ciascuno un miliardo di dollari di ricavi. L'azienda continua ad investire fortemente nel settore, con l'acquisizione di nuovi marchi di birra artigianale, assecondando la maggiore domanda di questa tipologia di birra da parte dei consumatori. Secondo i dati forniti dalla Brewers Association, il volume della birra sta calando leggermente negli Stati Uniti, con una diminuzione dell'1% nel 2017, attestandosi a 196,3 milioni di barili. Tuttavia, nello stesso periodo il volume di birra artigianale è aumentato del 5%, quindi i grandi marchi di birra stanno perdendo quota in favore di prodotti più selezionati. In aggiunta, per contrastare il trend piatto dei consumi nelle grandi economie, la società sta investendo fortemente nei paesi emergenti, dove la domanda di birra è in forte aumento.

In questo contesto, lo scorso anno la società ha fondato un nuovo birrificio da 250 milioni di dollari in Nigeria, dove la società è già leader di mercato. In Nigeria, con una popolazione di 190 milioni di abitanti in crescita del 2,4%, la società ha utilizzato i suoi punti di forza nella distribuzione e nel marketing per sviluppare un nuovo marchio locale di birra, che è già diventato il terzo marchio più venduto nel paese. Il mercato della birra nigeriana è uno dei 10 mercati in più rapida crescita, con un incremento del 9% all'anno, e l'azienda continua ad espandere la sua capacità produttiva nel paese. In aggiunta alla Nigeria, il management ha anche annunciato di recente la costruzione di un nuovo birrificio da 1 milione di ettolitri in Tanzania per un investimento da 100 milioni e un impianto da 2 milioni di ettolitri in Mozambico. Chiaramente, la società vede la possibilità di guadagnare ulteriori quote in alcuni dei mercati della birra con le più rapide crescite al mondo. Rispetto a mercati più sviluppati come l'Europa e il Nord America, guadagnare quote di mercato in Africa dovrebbe essere un fattore competitivo nei prossimi anni. La società ha anche identificato opportunità simili in America Latina e Asia che potrebbero alimentare decenni di crescita per questo importante produttore di birra del mondo.

Trend del dividendo: Il dividendo attuale è pari a 2,03 dollari per azione , con un rendimento previsto del 2,2% corrisposto in due rate semest Autore: Paolo Crociato Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online