Italia markets close in 25 minutes
  • FTSE MIB

    24.162,36
    +73,71 (+0,31%)
     
  • Dow Jones

    34.033,59
    +212,29 (+0,63%)
     
  • Nasdaq

    13.824,98
    +38,71 (+0,28%)
     
  • Nikkei 225

    28.508,55
    -591,83 (-2,03%)
     
  • Petrolio

    62,33
    -0,34 (-0,54%)
     
  • BTC-EUR

    46.802,91
    -361,23 (-0,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.296,20
    +33,24 (+2,63%)
     
  • Oro

    1.791,60
    +13,20 (+0,74%)
     
  • EUR/USD

    1,2032
    -0,0009 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.152,38
    +17,44 (+0,42%)
     
  • HANG SENG

    28.621,92
    -513,81 (-1,76%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.978,10
    +37,64 (+0,96%)
     
  • EUR/GBP

    0,8635
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CHF

    1,1036
    +0,0019 (+0,17%)
     
  • EUR/CAD

    1,5011
    -0,0159 (-1,05%)
     

Prezzi in calo su aumento scorte carburante Usa

·1 minuto per la lettura
Una pompa petrolifera vicino a Bakersfield

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio sono in calo nella mattinata londinese, dopo che dati ufficiali hanno mostrato un forte aumento nelle scorte di carburante Usa dovute a un incremento della quantità processata dalle raffinerie, mentre la domanda rimane contenuta rispetto ai livelli pre-pandemia.

Alle 12,40 il Brent è in calo di 0,44% a 62,88 dollari a barile, mentre i futures sul greggio Usa vengono scambiati a 59,36 dollari, in calo di 0,7%.

Mentre le scorte di greggio negli Usa sono diminuite oltre le attese degli analisti, quelle di carburante sono aumentate drasticamente, secondo i dati diffusi ieri dall'Eia.

Le riserve di greggio sono calate di 3,5 milioni di barili la scorsa settimana, a poco meno di 502 milioni, mentre le riserve di carburante sono aumentate di 4 milioni di barili, appena sopra i 230 milioni totali, con le raffinerie che hanno aumentato la produzione in vista dei viaggi della stagione estiva.

La domanda rimane comunque indebolita, in conseguenza dell'impatto della pandemia.

Allo stesso tempo, la produzione di greggio russa è aumentata nei primi giorni di aprile dai livelli medi di marzo, secondo i trader.

Questa settimana, il Fondo monetario internazionale ha detto che la massiccia spesa pubblica messa in campo per combattere la pandemia potrebbe spingere la crescita globale al 6% nel 2021, un livello mai più visto dopo gli anni '70.

Una più solida crescita economica potrebbe incrementare la domanda di greggio e derivati.

Azn Research ha detto di prevedere il prezzo del Brent a 75 dollari a barile nel terzo trimestre.

(Tradotto da Luca Fratangelo a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)