Italia markets close in 5 hours 15 minutes
  • FTSE MIB

    21.522,02
    +167,37 (+0,78%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,86 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,14 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    26.153,81
    +218,19 (+0,84%)
     
  • Petrolio

    107,85
    -0,58 (-0,53%)
     
  • BTC-EUR

    18.580,20
    +206,18 (+1,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    418,71
    -1,43 (-0,34%)
     
  • Oro

    1.806,70
    +5,20 (+0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,0448
    +0,0022 (+0,21%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.830,35
    -29,44 (-0,13%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.473,82
    +25,51 (+0,74%)
     
  • EUR/GBP

    0,8612
    -0,0010 (-0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,0021
    +0,0019 (+0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,3421
    -0,0013 (-0,10%)
     

Prezzi Crypto: Cardano (ADA), Nuove Prospettive Grazie alle Recenti Innovazioni

Oggi vogliamo approfondire lo scenario tecnico su una delle altcoin cosiddette “di terza generazione” che negli ultimi giorni è tornata a far parlare di sé sui social, e che sta tentando faticosamente di recuperare terreno dopo le batoste subite negli ultimi mesi. Parliamo di Cardano (ADA).

Forte Contrazione della Capitalizzazione

Cominciamo col dire che Cardano rimane una delle valute digitali più capitalizzate del crypto-spazio, nonostante abbia visto decimato il proprio controvalore dallo scorso autunno in poi.

Ricordiamo che fino al giorno 2 settembre 2021 ADA veniva passata di mano sopra quota 3.10 contro dollaro americano, e l’intera massa di Cardano circolante valeva complessivamente $ 73 miliardi. Nel giro di 8 mesi il valore della crypto è sceso a $ 0.39 (minimi del 12 maggio) con un calo del -87% circa, ed il suo controvalore si è contratto fino a 21 miliardi di dollari complessivi.

Chiaro che gli operatori di mezzo mondo siano ora in ansia per la sorte dei loro investimenti, ed in attesa che il mercato torni a far vedere un po’ di tempo sereno.

+41% a 11 Giorni dai Minimi

L’esperto in valute digitali Aaryamann Shrivastava, in una sua analisi pubblicata oggi da AmbCrypto, fa notare che “dopo un crollo del 47% nelle prime settimane di maggio, Cardano ha recuperato un buon 41% nell’arco di soli 11 giorni ed è attualmente scambiato a $ 0.644.

Sebbene il trend rialzista attivo dal 12 maggio stia perdendo forza, ADA possiede ancora dei margini interessanti di crescita, anche grazie al contesto dell’intero mercato crypto che figura in netto miglioramento da diversi giorni”.

Decisivo l’Incremento della Velocità per Cardano

Shrivastava si dice convinto che ADA sia già inserita in un percorso decisivo di progressivo recupero. “Grazie al recente lancio del meccanismo ‘Vasil hard-fork’, in grado di migliorare la rete Cardano in termini di scalabilità e quindi di velocità di esecuzione, la crypto potrebbe persino raggiungere un punto definitivo di svolta al rialzo entro la fine di giugno”.

In effetti, rileviamo come anche gli investitori siano diventati significativamente più attivi sulla catena, supportati dalla velocità crescente dell’ecosistema che è sensibilmente migliorata rispetto a gennaio 2021. Ma, nonostante la crescente attività dei traders ‘al dettaglio’, giungono note dolenti dal lato dei possessori più grossi, le cosiddette ‘balene’, il cui numero figura in costante diminuzione da settembre. Dopo l’ultimo picco osservato a gennaio, il volume delle transazioni delle whales si è ridotto ancora passando da $ 300 a $ 200 milioni.

A questo proposito, basti ricordare che sei mesi fa la massa totale di ADA in possesso delle balene arrivava al controvalore medio di $ 1 miliardo. Da un punto di vista puramente tecnico, Shrivastava sottolinea la presenza di un supporto decisivo a quota $ 0.784. “Solo rispettando tale livello ADA potrà puntare ad un recupero fino alla soglia psicologica di $ 1”.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli