Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,94 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,26 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,44 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,42 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    47.106,97
    -1.899,20 (-3,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,29 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0100 (+0,83%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,85 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8699
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0952
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Prezzi del petrolio greggio : Colloqui per l’accordo nucleare USA-Iran

James Hyerczyk
·3 minuto per la lettura

Lunedì, i future sul petrolio greggio WTI West Texas Intermediate e benchmark internazionale Brent sono scambiati leggermente al ribasso, registrando una performance mista.

I prezzi subiscono pressioni sulla preoccupazione che una seconda ondata catastrofica di un’epidemia di coronavirus in India abbia interrotto la ripresa della domanda di petrolio nel paese, compensando l’ottimismo su un rimbalzo dei consumi nei paesi sviluppati e in Cina nella seconda metà dell’anno, secondo Reuters. .

Alle 10:40 GMT, il petrolio greggio WTI di giugno viene scambiato a $ 63,58, invariato e il petrolio greggio Brent di luglio è a $ 66,57, in calo di $ 0,19 o -0,28%.

Calo delle vendite di carburante in India

Le restrizioni a livello statale volte ad arginare le infezioni in India hanno portato ad una riduzione delle vendite di carburante nel terzo consumatore mondiale ad aprile, mostrano i dati preliminari. Secondo un rapporto, la domanda complessiva di carburante è diminuita di circa il 7% rispetto al livello pre-COVID di aprile 2019 dopo aver quasi raggiunto questo livello a marzo.

Altrove si prevede che i progressi della vaccinazione aumenteranno la domanda

Al di fuori di India, Giappone, Brasile e ora Argentina, si prevede che il lancio delle campagne di vaccinazione aumenterà la domanda di petrolio, soprattutto nella zona euro, che sta finalmente facendo progressi dopo un primo trimestre triste, spingendo gli analisti ad aumentare le loro previsioni per i prezzi del Brent per un quinto mese consecutivo, ha mostrato un sondaggio Reuters.

L’OPEC ha pompato più petrolio come previsto, produzione statunitense in calo a febbraio

Dal lato dell’offerta, l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio ha pompato 25,17 milioni di barili al giorno ad aprile, in aumento di 100.000 barili da marzo, poiché l’Iran e altri produttori hanno aumentato la produzione. La produzione dell’OPEC è aumentata ogni mese da giugno 2020 ad eccezione di febbraio.

Negli Stati Uniti, la produzione di petrolio greggio è diminuita di oltre un milione di barili al giorno a febbraio, ai livelli più bassi da ottobre 2017, secondo un rapporto mensile del governo di venerdì.

Previsioni giornaliere

Non c’è nulla nelle notizie particolarmente rialziste lunedì, quindi i guadagni potrebbero essere limitati ei prezzi potrebbero effettivamente scendere se le condizioni in India si intensificassero.

Secondo Reuters, i casi totali di COVID-19 in India stanno sfiorando i 20 milioni e gli analisti si aspettano un crollo più netto della domanda del paese di carburanti per i trasporti a maggio a causa di ulteriori restrizioni.

Inoltre, domenica, un importante ente industriale indiano ha esortato le autorità a limitare l’attività economica, poiché il sistema sanitario della nazione è stato sopraffatto dalle infezioni a spirale.

Iran e Stati Uniti sono in trattativa per rilanciare un accordo nucleare che potrebbe portare alla revoca delle sanzioni statunitensi che consentirebbero all’Iran di aumentare le esportazioni di petrolio. Inoltre, negli Stati Uniti, le aziende energetiche hanno aggiunto impianti di perforazione per petrolio e gas naturale la scorsa settimana, portando a un nono aumento mensile consecutivo del conteggio degli impianti, poiché una ripresa dei prezzi ha attirato alcuni perforatori di nuovo al pozzo, secondo Baker Hughes.

Infine, gli operatori monitoreranno il PMI manifatturiero ISM. Si prevede che arrivi a 65,0, rispetto a 64,7. Un numero molto migliore del previsto potrebbe essere di supporto per i prezzi del petrolio greggio.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: