Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,68 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,67 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,06 (-0,10%)
     
  • BTC-EUR

    46.663,71
    -4.863,19 (-9,44%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    -2,90 (-0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,61 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8654
    -0,0029 (-0,34%)
     
  • EUR/CHF

    1,1016
    -0,0017 (-0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4977
    -0,0033 (-0,22%)
     

Prezzi Gas: in Assenza Di Notizie il Mercato Guarda il Meteo

Federico Dalla Bona
·3 minuto per la lettura

Il contratto future sul Gas Naturale (scad.05/21) quotato al Nymex ha avviato la settimana con un secco arretramento, arrivando a perdere fra lunedì e martedì fino al 7.05% rispetto alla chiusura di giovedì 01/04, con un minimo relativo toccato a 2.453. I prezzi sono poi riusciti a rimbalzare nella sessione di ieri fino al picco daily di quota 2.546, ed alle 21.30 CET di mercoledì registravano un guadagno del 2.40%.

Sebbene l’inizio della stagione primaverile sia tradizionalmente caratterizzato da bassa domanda, è stata sufficiente la revisione alle aspettative di aumento delle temperature negli USA per ribaltare i prezzi mercoledì già all’inizio della sessione. Secondo la società americana di consulenza indipendente Mobius Risk Group, in questo momento “non ci sono notizie che possano fungere da vero e proprio motore per i prezzi. In un periodo di mercato ‘addormentato al volante’ l’unica variabile che regna sovrana quando si tratta di guidare le quotazioni del Gas Naturale è quella delle fluttuazioni meteorologiche”. I consumi di energia negli Stati Uniti, sebbene ancora piuttosto deboli, sono leggermente aumentati negli ultimi giorni in particolare in concomitanza con le Festività Pasquali, ma l’azienda rimane scettica sulla effettiva sostenibilità di un eventuale rialzo.

Di opinione concorde è anche il sito americano NatGasWeather, che segue da vicino il bollettino meteorologico per alimentare i propri algoritmi previsionali. Secondo il sito, l’aumento della domanda inizialmente previsto per il periodo 13-20 aprile era dovuto alla presenza di sistemi meteorologici più freddi che si sono diffusi negli Stati Uniti settentrionali, centrali e orientali. “Non è un modello di domanda forte ma vicino alla normalità, se non leggermente più forte del normale, quello che ci aspettiamo per la seconda metà del mese”. Tuttavia, sempre secondo NatGasWeather, “i prossimi sette-otto giorni rimangono decisamente ribassisti con una previsione di domanda eccezionalmente leggera”. Per quanto riguarda il bollettino meteorologico aggiornato, si prevede che le temperature medie negli Stati Uniti, pur con alcune eccezioni in particolare nella regione delle montagne rocciose, rimarranno “abbastanza miti”.

Il Quadro Tecnico per il prezzo del Gas Naturale

Lo scenario tecnico poggia su due ipotesi per quanto riguarda le prospettive a 5-10 giornate, ipotesi che essenzialmente dipendono dalla tenuta o meno dei primi supporti che si trovano adesso a 2.480/2.488 ed a 2.453. In caso di tenuta dei supporti avremmo il raggiungimento della resistenza a 2.640/2.656 e successivamente, dopo una probabile correzione, un nuovo allungo in direzione di 2.850/2.853. In caso invece di cedimento di quota 2.453, corrispondente ai minimi toccati martedì 6 scorso, dovremmo attenderci il test del supporto successivo posto a 2.366/2.372 e successivamente, dopo qualche giorno di consolidamento, la ripartenza del rialzo con obiettivo limitato a 2.640/2.656. Tutti i riferimenti tecnici dovranno essere rivisti in presenza di una chiusura daily inferiore a 2.366.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: