Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    29.933,12
    +72,76 (+0,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Prezzi Gas Naturale: Quotazioni Verso i Massimi dell’Anno su Robuste Resistenze

·3 minuto per la lettura

I prezzi del Gas Naturale si avviano a chiudere una sessione molto positiva, con quotazioni che alle 18.50 CET segnano un avanzamento del +4.48% a $ 3.290. Il contratto future con scadenza a luglio quotato al Nymex si trova ormai ad un passo dai massimi del 2021, raggiunti lo scorso 17 febbraio a quota 3.316 e, ancora più importante, a poca distanza anche dai massimi del 30 ottobre 2020 che rappresentano il picco più alto raggiunto dai prezzi da gennaio 2019 in poi.

Stando a quello che riferisce Reuters, alcuni ministri dell’energia dell’Unione Europea stanno cercando il modo di aggirare le regole che l’Unione stessa si era data a proposito degli investimenti su Gas e Petrolio. E’ infatti di oggi la notizia di un accordo per prolungare il sostegno economico dell’UE ad alcuni progetti transfrontalieri che riguardano in particolare il trasporto di gas naturale, nonostante la spinta contraria di 11 Paesi membri che hanno affermato che tali finanziamenti dovranno in qualche modo rispettare gli obiettivi comuni nella lotta al cambiamento climatico. Le regole “TEN-E” dell’UE definiscono quali progetti energetici transfrontalieri possono essere etichettati “di interesse comune” (PCI), dando loro accesso a determinati fondi UE e permessi rapidi. Lo scorso dicembre la Commissione Europea aveva proposto una nuova versione che escludesse le infrastrutture dedicate al petrolio e al gas.

I progetti di Cipro e Malta secondo i Ministri del’Energia UE

I ministri dell’energia UE hanno convenuto che i progetti nei Paesi insulari di Malta e Cipro con status di PCI dovrebbero mantenere tale status fino a quando anche queste nazioni non saranno completamente collegate alla rete europea del gas. Ciò aiuterebbe a garantire il completamento del gasdotto Eastmed fra Grecia, Cipro e Israele, per rifornire l’Europa di gas dal Mediterraneo orientale. In base alle attuali regole, il supporto economico comunitario verrebbe orientato fino al 2028 solo verso i lavori di conversione dei gasdotti per renderli adatti al trasporto dell’idrogeno. Gli impianti già esistenti potrebbero invece continuare a trasportare gas naturale, ma miscelato con idrogeno, fino al 2030. Lo scopo è decarbonizzare gradualmente questo settore e aumentare la quota di gas rinnovabili nei gasdotti. Germania, Spagna, Austria e Lussemburgo oltre a Danimarca e Paesi Bassi non hanno sostenuto l’accordo, chiedendo regole per escludere i combustibili fossili, incluso il gas. Altri stati, tra cui la Repubblica Ceca e la Slovacchia, pretendono invece che la miscelazione del gas venga consentita fino al 2035. Qualunque aggiornamento alle regole dovrà in ogni caso essere negoziato con il Parlamento Europeo.

Il Quadro Tecnico per il Gas Naturale.

I prezzi hanno già raggiunto ed oltrepassato il primo target rialzista indicato ad inizio settimana a 3.284/295. L’obiettivo successivo, importante livello di verifica da cui sarà necessario attendere segnali prima di aggiornare l’analisi, è confermato a 3.369/375. Dobbiamo però sottolineare che sulla strada per tale obiettivo è posta una robusta resistenza fra 3.311/3.316 (sotto pressione proprio mentre scriviamo) ed attualmente il supporto di maggior rilievo è localizzabile non prima di 3.189/3.201. Considerata la distanza attuale dal supporto, è probabile che possa scattare un provvisorio riavvicinamento al medesimo prima che i valori tornino a puntare al rialzo fino al target. Tale rischio verrebbe fortemente ridotto in caso di chiusura weekly odierna superiore a 3.316.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli