Italia markets close in 8 hours
  • FTSE MIB

    26.416,46
    -202,79 (-0,76%)
     
  • Dow Jones

    34.168,09
    -129,61 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.542,12
    +2,82 (+0,02%)
     
  • Nikkei 225

    26.170,30
    -841,03 (-3,11%)
     
  • Petrolio

    87,27
    -0,08 (-0,09%)
     
  • BTC-EUR

    32.283,09
    -1.478,71 (-4,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    823,94
    -31,87 (-3,72%)
     
  • Oro

    1.809,40
    -20,30 (-1,11%)
     
  • EUR/USD

    1,1201
    -0,0044 (-0,39%)
     
  • S&P 500

    4.349,93
    -6,52 (-0,15%)
     
  • HANG SENG

    23.807,00
    -482,90 (-1,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.112,68
    -51,92 (-1,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8347
    -0,0000 (-0,00%)
     
  • EUR/CHF

    1,0373
    -0,0012 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4227
    -0,0006 (-0,04%)
     

Prezzi Gas Naturale: Terzo Giorno di Recupero Ma Ora Ci Sono le Resistenze

·3 minuto per la lettura

I prezzi del Gas Naturale quotato in dollari al Nymex stanno attraversando la terza sessione consecutiva di recupero dai minimi toccati venerdì scorso a 3.617. Il rialzo in corso fa parte integrante del quadro di stabilizzazione che il mercato si trova ad affrontare da ormai 13 giornate, a partire dai minimi relativi che vennero raggiunti il 6 dicembre a 3.630.

In quell’occasione il mercato perse in una sola seduta l’11.50% e, nelle giornate successive, si è limitato a mutare frequentemente direzione entro un range di oscillazione laterale compreso fra 4.085 e 3.617. Il contesto di fondo nel quale si sta sviluppando la fase di oscillazione laterale era ribassista già dal 6 ottobre; riteniamo pertanto che i prezzi stiano “caricando la molla” per sviluppare un nuovo braccio ribassista nel corso delle prossime 5-10 giornate.

Alle 17.26 CET il contratto future con scadenza a gennaio viene scambiato a 3.995, con un incremento del +3.26% dalla chiusura di ieri.

I motivi dietro al recupero in atto

Tra le componenti che hanno favorito il rialzo nelle ultime tre sedute c’è da annoverare sicuramente quella meteorologica, con i modelli aggiornati che prevedono temperature in forte diminuzione negli USA a partire dai primi giorni del prossimo anno. In particolare, sia in Europa che in America è attesa una certa rigidità delle temperature nei primi 5 giorni di gennaio, come riferito oggi da NatGasWeather. “La domanda nazionale USA è prevista ai livelli più forti della stagione invernale”, ha affermato l’azienda.

“La recente azione sui prezzi suggerisce che il mercato si stia concentrando più sulla prospettiva del freddo a gennaio che non sulle proiezioni per temperature estremamente miti negli ultimi giorni del 2021, comprese le aspettative per la settimana di stoccaggio del 24-30 dicembre”, secondo quanto afferma l’analista senior di EBW Analytics Group Eli Rubin.

“Ciò avviene poiché stime recenti mostrano che la domanda di gas naturale liquefatto (LNG) per riscaldamento si aggira adesso intorno ai 13,0 Bcf/giorno, un livello che farebbe aumentare anche i prelievi di stoccaggio previsti per gennaio”, ha concluso Rubin. L’analista tecnico ICAP Brian LaRose ha indicato area $ 4.289/4.360 resistenza chiave da oltrepassare per innescare un rialzo. “In caso contrario rimane possibile un nuovo arretramento fino a $ 3.355, $ 3.012/3.090 ed anche $ 2.944/2.851. I ribassisti invece devono solo rompere con decisione $ 3.600 per confermare che la tendenza è ancora al ribasso. ”

Quadro Tecnico per il Future sul Natural Gas

Su grafico intraday a barre da 30 minuti possiamo vedere come i prezzi in corso di giornata abbiano già oltrepassato un primo ostacolo tecnico a quota 4.000. Gli ostacoli più solidi si trovano tuttavia a 4.120/4.140 e non prima di 4.293/4.314, resistenze principali settimanali.

Le resistenze costituiranno potenziali punti di ripartenza del ribasso in caso di ulteriori recuperi, in un contesto orientato al raggiungimento delle proiezioni poste a 3.530/3.550. Una volta raggiunto questo primo obiettivo potremo aggiornare l’analisi ed appurare, in base ai segnali che verranno prodotti dal mercato, se ci potranno essere margini anche per un ulteriore affondo fino a 3.270. Lo scenario verrebbe annullato dalla rottura della seconda resistenza, con una chiusura su grafico a 30 minuti superiore a 4.314.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli