Italia markets open in 2 hours 3 minutes
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,06 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,54 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.292,07
    -459,55 (-1,60%)
     
  • EUR/USD

    1,1283
    -0,0037 (-0,33%)
     
  • BTC-EUR

    50.844,66
    +2.348,12 (+4,84%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.432,75
    -22,66 (-1,56%)
     
  • HANG SENG

    23.792,34
    -288,18 (-1,20%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     

Prezzi Oro: Secca Accelerazione Rialzista sui Nuovi Dati Inflattivi USA

·2 minuto per la lettura

I prezzi dell’oro quotato in dollari al Comex sono giunti oggi alla quinta sessione consecutiva di rialzo. Le dimensioni del recupero, scattato dopo il raggiungimento dei minimi relativi del 3 novembre a 1758.5, è pari finora al +6.37% misurato sul picco odierno di quota 1870.6. Il mercato ha oltrepassato la linea dell’ex resistenza di medio periodo posta a 1835/37, livello che reggeva ormai dal 15 luglio scorso, portandosi su quotazioni che non si vedevano da metà giugno. Alle 19.36 CET il contratto future con scadenza a dicembre quota 1847.0, con un guadagno del +0.88% rispetto alla chiusura di martedì.

Dati inflattivi USA dietro all’impennata di oggi

L’oro ha goduto nel pomeriggio odierno di una secca accelerazione rialzista spinto dai dati inflattivi che giungono dagli USA, ove è stato segnalato un netto aumento dei prezzi al consumo nel mese di ottobre. “Ancora una volta abbiamo dati inflazionistici caldi”, ha affermato David Meger, responsabile del trading sui metalli presso High Ridge Futures. “Essendo l’oro la quintessenza della copertura contro l’inflazione, ci aspettiamo che l’attuale contesto economico possa favorire il rally dell’oro anche nelle settimane e nei mesi a venire“. I prezzi al consumo negli Stati Uniti sono aumentati con il più ampio balzo registrato dal 1990, soprattutto a causa dei forti incrementi della benzina e dei generi alimentari. “Questo ambiente rappresenta un’arma a doppio taglio, perché i dati sull’inflazione continuano a essere più caldi del previsto e, adesso, la preoccupazione è che la Federal Reserve possa ridurre la liquidità più velocemente del previsto”, ha affermato Meger.

Il Quadro Tecnico per il future sull’Oro

Su grafico intraday a scansione di 30 minuti possiamo visualizzare con maggior definizione la posizione attuali dei supporti, quota 1835.0/36.8 e quota 1812.7/15.1. Entrambi i supporti costituiranno potenziali punti di ripartenza del rialzo in caso di arretramenti, in particolare durante la sessione di mercoledì. Le aspettative sono di espansione del rialzo fino al target principale di tendenza localizzabile adesso a 1935.0. Sulla strada per l’obiettivo principale è posto un primo obiettivo intermedio a 1891.5. Da un punto di vista tecnico – e per un rapporto rischio/beneficio favorevole – sarebbe preferibile seguire il mercato con posizioni long da prezzi non superiori a 1850. Lo scenario verrà accantonato e rivisto solo in caso di violazione del secondo supporto, meglio se confermata da almeno una chiusura su grafico a 30 minuti inferiore a 1812.7.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli