Italia markets open in 5 hours 48 minutes
  • Dow Jones

    35.490,69
    -266,19 (-0,74%)
     
  • Nasdaq

    15.235,84
    +0,12 (+0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.743,43
    -354,81 (-1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1596
    -0,0011 (-0,09%)
     
  • BTC-EUR

    50.547,32
    -2.251,07 (-4,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.401,16
    -73,17 (-4,96%)
     
  • HANG SENG

    25.628,74
    -409,53 (-1,57%)
     
  • S&P 500

    4.551,68
    -23,11 (-0,51%)
     

Prezzi Oro: Stimoli Rialzisti dal FMI, ma il Dollaro Ancora Forte Trattiene i Tori

·3 minuto per la lettura

I prezzi dell’oro quotato in dollari al Cme-Comex sono incastrati dal 1° ottobre scorso in un range di oscillazione laterale contenuto fra 1745.4 e 1771.5. Nel corso delle ultime 8 sessioni le quotazioni solo una volta sono state in grado di fuoriuscire dal range indicato, in occasione del massimo relativo toccato il giorno 08/10 a 1782.4; da notare comunque che nel corso della stessa giornata scattarono poi copiose prese di beneficio tali da riportare i valori nell’area di stabilizzazione in chiusura daily. Alle 18:29 CET il contratto future con scadenza a dicembre quota 1761.3 con un guadagno del +0.32% rispetto alla chiusura di lunedì.

Economie in peggioramento secondo l’FMI

Il Fondo Monetario Internazionale ha ridotto le sue previsioni di crescita globale, citando i crescenti rischi derivanti da strozzature della catena di approvvigionamento, pressioni sui prezzi e minacce dalla variante delta. Nel suo World Economic Outlook, l’FMI ha affermato che la sua previsione di crescita globale per il 2021 è scesa al 5,9% dalla precedente stima di luglio del 6%. La previsione per il 2022 è rimasta invece invariata al 4,9%. “Questa modesta revisione nasconde tuttavia ampi declassamenti per alcuni Paesi”, ha affermato il FMI nel rapporto. “Le prospettive per il gruppo di Paesi in via di sviluppo a basso reddito si sono notevolmente oscurate a causa del peggioramento della dinamica della pandemia. Il declassamento riflette anche prospettive a breve termine più difficili per il gruppo dell’economia avanzata, in parte a causa delle interruzioni dell’offerta”.

La forza del dollaro frena ancora l’oro

La previsione di crescita per il 2021 per gli Stati Uniti è stata ridotta dal 7% al 6% proprio a causa di vincoli di offerta. Inoltre, il rapporto ha avvertito che se gli Stati Uniti non approveranno il pacchetto per le infrastrutture del presidente Joe Biden del valore di $ 4 trilioni, le previsioni per gli USA si abbasseranno ulteriormente. Dopo la pubblicazione del rapporto, i prezzi dell’oro hanno subito registrato dei guadagni in ambito infra-giornaliero, ma la domanda di oro come rifugio sicuro è stata limitata dal contemporaneo rafforzamento del dollaro.

Il Quadro Tecnico per il Future sull’Oro

Su grafico intraday possiamo individuare con maggiore precisione l’attuale disposizione delle resistenze di breve periodo, che dalla scorsa settimana sono ferme a 1774.2/76.9 ed a 1789.5/1791.4. Le resistenze costituiranno punti di probabile ripartenza del ribasso in caso di nuovi riavvicinamenti dei prezzi nel corso delle prossime 1-3 giornate. Le aspettative sono di completamento della fase di stabilizzazione degli ultimi giorni mediante lo sviluppo di un affondo ribassista fino a 1710.0/1710.5. Una volta raggiunto questo livello potremo aggiornare l’analisi in base ai segnali che verranno generati dal mercato, per appurare se ci siano margini di ripartenza al rialzo della tendenza. Lo scenario verrebbe annullato dalla rottura della seconda resistenza, meglio se confermata da almeno una chiusura su grafico a 30 minuti superiore a 1791.4.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli