Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.717,42
    +79,23 (+0,31%)
     
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,36 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,09 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    28.948,73
    -9,83 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    70,78
    +0,49 (+0,70%)
     
  • BTC-EUR

    29.536,35
    -1.546,41 (-4,98%)
     
  • CMC Crypto 200

    924,19
    -17,62 (-1,87%)
     
  • Oro

    1.879,50
    -16,90 (-0,89%)
     
  • EUR/USD

    1,2107
    -0,0071 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,25 (+0,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.126,70
    +30,63 (+0,75%)
     
  • EUR/GBP

    0,8581
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0870
    -0,0021 (-0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,4713
    -0,0008 (-0,05%)
     

Prezzi Oro: Tornano a Crescere gli Investimenti Dopo Tre Mesi di Deflussi

·2 minuto per la lettura

I prezzi dell’oro quotati al Cme-Comex sono tornati a quotare in territorio positivo nel pomeriggio di oggi lunedì 7 giugno, dopo un avvio di seduta che li aveva visti sbandare al ribasso durante le prime ore di contrattazione della settimana. Alle ore 19:10 CET il contratto future con scadenza Agosto ’21 fa segnare un +0.32% a 1898.0, con un recupero dello 0.73% misurato dai minimi di stamane. Il recupero rispetto ai minimi di breve periodo toccati venerdì scorso a 1855.6 si mantiene invece in questo momento sopra al 2%.

Secondo gli ultimi dati del World Gold Council (WGC), gli operatori stanno nuovamente tornando nel mercato dell’oro, ponendo fine a tre mesi di deflussi consecutivi dai fondi (ETF) negoziati in borsa. Nel suo ultimo rapporto di mercato, il WGC ha affermato che gli ETF globali sostenuti dall’oro hanno registrato afflussi di 61,3 tonnellate il mese scorso, invertendo i deflussi segnalati a febbraio, marzo e aprile. Come sempre, è una confluenza di fattori ciò che ha contribuito a stimolare la domanda di investimenti nel metallo prezioso. “Riteniamo che i motivi siano principalmente le rinnovate preoccupazioni per l’inflazione nell’economia globale, oltre alle prospettive di un dollaro più debole e rendimenti reali più bassi”, hanno affermato gli analisti nel loro rapporto. Il rally dei prezzi e la rinnovata domanda di investimenti hanno spinto il valore degli asset in gestione (AUM) globali a 222 miliardi di dollari, in calo solo del 9% rispetto ai massimi di agosto dello scorso anno, ha affermato il WGC. Allo stesso tempo, le partecipazioni globali ora si attestano a 3.628 tonnellate, appena il 7% in meno del record di ottobre 2020 di 3.908 tonnellate.

Il quadro tecnico per il Future sull’Oro

Durante le sessioni di giovedì e venerdì scorsi i prezzi hanno forato ripetutamente il supporto principale di quota 1864.8, supporto che tuttavia è stato sempre rispettato in chiusura daily mantenendo attivo il segnale rialzista. Ad ogni modo è divenuto necessario aggiornare le proiezioni di breve periodo, che individuano adesso un obiettivo limitato alla prima resistenza utile, posta a quota 1912.5/1913.5. Una volta raggiunta questa resistenza sarà possibile aggiornare l’analisi e verificare l’eventuale presenza di segnali di ulteriore espansione rialzista verso i “vecchi” obiettivi di quota 1932 e 1943.6/1945.4. Anche i supporti si sono alzati rispetto alla scorsa settimana, trovandosi adesso a quota 1883 e quota 1872.5/1875.0. I supporti sono tecnicamente i punti ove si suppone siano posizionati i compratori, per cui costituiranno altrettanti punti di probabile ripartenza del rialzo in caso di nuovi arretramenti nella prima metà della settimana. Lo scenario andrebbe rivisto in caso di cedimento di quota 1872.5 confermato da una chiusura daily.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: