Italia markets open in 2 hours 42 minutes
  • Dow Jones

    31.438,26
    -62,42 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    11.524,55
    -83,07 (-0,72%)
     
  • Nikkei 225

    26.920,11
    +48,84 (+0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,0584
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    19.571,66
    -571,30 (-2,84%)
     
  • CMC Crypto 200

    449,90
    -11,89 (-2,58%)
     
  • HANG SENG

    22.039,11
    -190,41 (-0,86%)
     
  • S&P 500

    3.900,11
    -11,63 (-0,30%)
     

Prezzi Petrolio Greggio: Atteso un Aumento della Volatilità a Breve

I prezzi del future sul petrolio greggio, quotato in dollari al Nymex, stanno attraversando una seduta caratterizzata da elevata instabilità, con valori che si sono mossi inizialmente al rialzo fino a 116.58, e successivamente hanno avviato un ripiegamento portandosi sui 113.71.

Ricordiamo peraltro che alle ore 18.00 odierne è in calendario il roll-over verso il nuovo contratto con scadenza ad agosto, per cui la volatilità odierna potrebbe essere direttamente correlata da semplici fattori tecnici, con diversi operatori impegnati a liquidare le posizioni di tendenza per trasferirle sulla nuova scadenza.

I prezzi ed i livelli tecnici qui riportati si riferiscono tutti al contratto Future Light Crude Oil di agosto; mentre sono le 15.13 CET di venerdì 17 giugno, esso viene scambiato a 113.46 dollari, in calo del -1.55% su base giornaliera.

Timori per l’Offerta e anche per la Domanda

Il rimbalzo sviluppatosi dai minimi di giovedì, e completatosi almeno per il momento sui massimi odierni, è stato in larga parte determinato dall’annuncio di Washington di nuove sanzioni contro l’Iran.

Questo improvviso inasprimento della situazione diplomatica è giunto proprio mentre, da più parti, veniva invece auspicato un allentamento della tensione verso il Paese persico, uno dei principali produttori mondiali di greggio, a cui di fatto viene impedita l’immissione sul mercato di importanti flussi petroliferi. Le preoccupazioni relative alla scarsità dell’offerta globale sono quindi immediatamente tornate a salire, trascinando i prezzi al recupero dai minimi settimanali.

Dall’altro lato, molti operatori temono invece che le politiche aggressive delle banche centrali, volte a frenare le economie surriscaldate, finiscano per determinare una diminuzione della produzione e quindi della domanda. Il conflitto fra queste due diverse tensioni sta impendendo al petrolio di ritrovare una tendenza ben definita, e potrebbe agevolare a breve un ulteriore aumento della volatilità dei prezzi.

In gran parte è solo un problema di forniture che deve essere risolto“, ha dichiarato a Reuters Eli Tesfaye, senior market strategist di RJO Futures. “In questo momento non c’è ancora un rallentamento nella domanda globale, quindi qualsiasi calo dei prezzi viene visto come un’opportunità, ed è esattamente ciò a cui abbiamo assistito questa settimana”.

Quadro Tecnico per il Future Light Crude Oil

Su grafico a barre da 30 minuti possiamo visualizzare l’attuale disposizione dei riferimenti tecnici validi fino a lunedì prossimo (20 giugno) compreso. Le resistenze di quota 113.80/114.00 e 116.40/116.60 costituiranno potenziali punti di ripiegamento in caso di nuovi recuperi.

Le proiezioni indicano un target ribassista a 118.80. Sulla strada per il target sono posti dei supporti, ostacoli intermedi, a quota 118.80/85 e quota 110.40/45. Da tali livelli potrebbero scattare provvisori reazioni in seno al movimento ribassista atteso. Lo scenario verrebbe annullato solo dall’eventuale rottura della seconda resistenza, mediante una chiusura su grafico a 30 minuti superiore a 116.60.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli