Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.438,26
    -62,42 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    11.524,55
    -83,07 (-0,72%)
     
  • Nikkei 225

    26.871,27
    +379,30 (+1,43%)
     
  • EUR/USD

    1,0584
    +0,0026 (+0,24%)
     
  • BTC-EUR

    19.767,19
    -532,89 (-2,63%)
     
  • CMC Crypto 200

    455,80
    -6,00 (-1,30%)
     
  • HANG SENG

    22.229,52
    +510,46 (+2,35%)
     
  • S&P 500

    3.900,11
    -11,63 (-0,30%)
     

Prezzi Petrolio Greggio: Fondamentali Favorevoli a Nuovi Allunghi Rialzisti

I prezzi del future sul petrolio greggio WTI, quotato in dollari al Nymex, si avviano a concludere una settimana positiva nella quale le quotazioni si sono spostate dai minimi di martedì mattina, quota 108.61, fino al picco odierno di quota 114.99, con un incremento complessivo del +5.87% da minimi a massimi.

La sessione odierna, in particolare, ha visto i prezzi comprimere l’oscillazione sopra quota 112.85, in un tentativo di consolidamento del mercato appena sotto alle robuste resistenze di medio periodo poste a 115.50/60 e 116.55/116.70. Mentre sono le 17.40 CET di venerdì 27 maggio, il contratto future Light Crude Oil con scadenza a luglio viene passato di mano a 114.16 dollari, sostanzialmente stabile dalla chiusura di ieri (+0.06%).

Riduzione dell’Offerta in Estate

Appena ieri 26 maggio i prezzi del petrolio WTI avevano raggiunto la quotazione più alta degli ultimi due mesi, in vista di una riduzione dell’offerta durante il periodo estivo, dovuta ad una maggiore richiesta di carburante per gli spostamenti. L’Unione Europea, nel contempo, non riesce ad accordarsi sulle misure da adottare con il petrolio russo, vista la reticenza dell’Ungheria a vietare le importazioni di greggio da Mosca.

Gli operatori hanno notato questa settimana una certa sintonia di movimenti fra l’incremento dell’oil e quello del mercato azionario, finalmente in fase di rimbalzo. Il dollaro USA si è inoltre generalmente indebolito contro le altre valute, rendendo più economico l’acquisto di energia.

Scenario Fondamentale Appeso all’Ungheria

“Lo scenario fondamentale sta diventando favorevole ai prezzi … e diventerà ancora più rialzista una volta che le sanzioni dell’UE sulle vendite di petrolio russo saranno approvate da tutte le parti coinvolte”, ha affermato Tamas Varga di PVM Oil. Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel si è detto fiducioso che si possa raggiungere un accordo prima della prossima riunione del Consiglio, in calendario per il 30 maggio.

L’Ungheria rimane un ostacolo, poiché le farraginose regole dell’UE richiedono l’unanimità degli Stati membri per approvare, praticamente, qualunque cosa. L’Ungheria sta premendo per ottenere circa 750 milioni di euro per aggiornare le sue raffinerie ed espandere un gasdotto che la collega alla Croazia.

crude

Livelli Tecnici per il Future WTI

Su grafico a barre da 30 minuti possiamo visualizzare con maggiore accuratezza l’attuale disposizione dei supporti, i quali sorreggono il segnale rialzista in vigore per il breve/brevissimo periodo (1-2 sedute). Tali livelli sono disposti a 112.80/112.90 ed a 111.60 e costituiranno punti di probabile reazione in caso di arretramenti, in particolare fra stanotte e lunedì prossimo, 30 maggio. Le proiezioni indicano un target a 116.35.

Possiamo già premettere che, in caso di ulteriore allungo, il successivo livello di verifica sarebbe localizzabile a 117.65. Il segnale tecnico è long su riavvicinamenti del mercato almeno al primo supporto, da prezzi comunque non superiori a 113.40. Lo scenario verrebbe annullato dall’eventuale violazione del supporto principale, mediante una chiusura su grafico a 30 minuti inferiore a 111.60.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli