Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.166,84
    -130,89 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.542,12
    +2,82 (+0,02%)
     
  • Nikkei 225

    27.011,33
    -120,01 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1245
    -0,0061 (-0,54%)
     
  • BTC-EUR

    32.998,49
    -95,74 (-0,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    849,87
    -5,94 (-0,69%)
     
  • HANG SENG

    24.289,90
    +46,29 (+0,19%)
     
  • S&P 500

    4.349,78
    -6,67 (-0,15%)
     

Prezzi Petrolio Greggio: Movimenti Speculativi Favoriti dai Bassi Volumi

·2 minuto per la lettura

I prezzi del petrolio greggio quotato in dollari al Nymex hanno attraversato finora una seduta a due facce. Fino al primo pomeriggio le quotazioni figuravano ancora in stabilizzazione, come da tre giorni a questa parte, nello stretto range fra 75.36 e 76.92.

A partire dalle 12.00 odierne è però prima salito un rapido rialzo fino a 77.37 (picco degli ultimi 30 giorni) e, quindi, un’ancor più rapida discesa fino a 75.51. Questi repentini cambi di tendenza possono essere spiegati con la scarsità di volume tipica delle sessioni semi-festive come quella odierna, che lasciano spazio alla speculazione per generare oscillazioni ampie con interventi a basso costo. Generalmente si tratta tuttavia di movimenti che non creano indicazioni tecniche di particolare significato. Alle 18.37 CET il contratto future con scadenza a febbraio viene scambiato a 76.07, ancora in territorio leggermente positivo (+0.12%).

Timori Esagerati per Omicron

I mercati petroliferi sono avviati a chiudere il 2021 su una nota relativamente alta, grazie al fatto che si stanno rivelando esagerate le preoccupazioni delle ultime settimane relative ad una nuova impennata dei casi di Covid dovuti alla variante Omicron.

In realtà, finora non ci sono state ripercussioni particolarmente pesanti sulla domanda. L’aumento dei prezzi è stato inoltre favorito dalle interruzioni delle forniture avvenute in diversi continenti: la Libia ha ancora almeno 300.000 b/g trattenuti a causa di lotte politiche e scaramucce tra diverse fazioni; l’Ecuador deve ancora riparare il suo sistema di gasdotti danneggiato dalle inondazioni; la Nigeria sta lottando con gli ormai consueti problemi tecnici dei propri oleodotti. In combinazione con le voci di un altro calo settimanale relativo alle scorte di greggio statunitensi, il WTI è salito oggi per alcuni minuti fin sopra ai $ 77 al barile.

Il Quadro Tecnico per il Future sul Petrolio

Su grafico intraday a barre da 30 minuti possiamo visualizzare la disposizione dei supporti validi ancora per le prossime 1-2 sedute, a quota 75.52/75.65 ed a quota 74.85/74.99.

I supporti sono i punti ove sono presumibilmente concentrati allo stato attuale i compratori, per cui costituiranno ancora luoghi di probabile reazione anche in caso di nuovi arretramenti. Le aspettative sono di rialzo fino a 77.65, ove è posto il target ora attivo. Dopo il raggiungimento di tale livello dovremo aggiornare l’analisi in base ai segnali che verranno forniti dai prezzi, per appurare se ci siano ancora margini di ulteriore allungo rialzista fino a 78.82/85 (resistenza successiva). Da un punto di vista del rapporto fra rischio/beneficio, sarebbe preferibile seguire il mercato con posizioni long solo sfruttando nuovi ritorni delle quotazioni almeno a 75.93. Lo scenario tecnico descritto verrebbe annullato dall’eventuale cedimento del secondo supporto, con almeno una chiusura su grafico a 30 minuti inferiore a 74.85.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli