Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.095,00
    +29,95 (+0,12%)
     
  • Dow Jones

    31.261,90
    +8,77 (+0,03%)
     
  • Nasdaq

    11.354,62
    -33,88 (-0,30%)
     
  • Nikkei 225

    26.739,03
    +336,19 (+1,27%)
     
  • Petrolio

    110,35
    +0,46 (+0,42%)
     
  • BTC-EUR

    27.743,47
    -116,24 (-0,42%)
     
  • CMC Crypto 200

    650,34
    -23,03 (-3,42%)
     
  • Oro

    1.845,10
    +3,90 (+0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0562
    -0,0026 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.901,36
    +0,57 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    20.717,24
    +596,56 (+2,96%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.657,03
    +16,48 (+0,45%)
     
  • EUR/GBP

    0,8442
    -0,0039 (-0,46%)
     
  • EUR/CHF

    1,0288
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,3556
    -0,0013 (-0,09%)
     

Prezzo Oro In Forte Calo Sotto i 1900$ sul Rally del Dollaro USA

Il prezzo dell’oro ha continuato a contrarsi nell’ultima settimana, a causa dell’apprezzamento del dollaro statunitense, il cui indice ha superato nuovi massimi pluriennali.

Nel giro di una settimana, il metallo prezioso è passato da un livello di tentato consolidamento a 1950 dollari l’oncia, fino al supporto principale di 1900 dollari, che è stato infranto definitivamente nella giornata di ieri.

Al momento della scrittura, il prezzo dell’oro si trova ai minimi da oltre due mesi a quota 1876,9 dollari l’oncia, in calo del -0,5%.

Il prezzo potrebbe continuare a scivolare in questa chiusura settimanale a causa delle attese sul meeting del FOMC, che potrebbe sostenere ulteriormente il biglietto verde.

Previsioni sul prezzo dell’oro

Per il prezzo dell’oro, il nuovo supporto di breve termine è quello rintracciabile proprio a ridosso del livello attuale, a quota 1875 dollari l’oncia. Un ribasso sotto questo target potrebbe certamente agevolare il raggiungimento dell’area intermedia di 1850 dollari.

Da qui, non è da escludere un tentativo di break-out ribassista, ma il supporto principale di 1832 dollari, che coincide con la media mobile a 200 giorni, potrebbe riuscire a frenare ulteriori ribassi.

Una ripresa del prezzo non è da escludere in caso di lieve arretramento del dollaro USA, il cui indice segna al momento ben 103,4 punti, ai massimi da circa cinque anni. In uno scenario moderatamente rialzista, l’oro potrebbe infatti tentare di recuperare l’area di 1900 dollari, adesso prima resistenza di breve termine, per tentare eventualmente un consolidamento sopra questo valore.

Anche un ritorno presso la resistenza intermedia di 1950 dollari non è da escludere nel breve termine, ma per un allungo così netto occorrerebbe una chiusura settimanale almeno sopra i 1900 dollari.

Il calendario economico di oggi

Nella giornata di oggi, attenzione alla fiducia dei consumatori e delle imprese in Italia e al Sentiment economico a livello dell’Eurozona. Dalla Germania si attendono i dati sul tasso d’inflazione, mentre gli USA forniranno aggiornamenti flash sul PIL e il consueto update settimanale sulle richieste iniziali di sussidi di disoccupazione.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli