Italia markets close in 7 hours 48 minutes
  • FTSE MIB

    21.184,14
    -109,72 (-0,52%)
     
  • Dow Jones

    30.775,43
    -253,88 (-0,82%)
     
  • Nasdaq

    11.028,74
    -149,16 (-1,33%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    105,64
    -0,12 (-0,11%)
     
  • BTC-EUR

    18.769,97
    +61,33 (+0,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    421,82
    -9,65 (-2,24%)
     
  • Oro

    1.797,00
    -10,30 (-0,57%)
     
  • EUR/USD

    1,0453
    -0,0031 (-0,29%)
     
  • S&P 500

    3.785,38
    -33,45 (-0,88%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.429,54
    -25,32 (-0,73%)
     
  • EUR/GBP

    0,8634
    +0,0027 (+0,32%)
     
  • EUR/CHF

    1,0011
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,3507
    +0,0017 (+0,13%)
     

Primo Gala dinner di 'We the italians' per celebrare amicizia Italia-Usa

(Adnkronos) - Si è tenuto presso il Circolo del ministero degli Esteri il primo Gala Dinner di We the Italians, la media company dedicata agli italiani d’America. Ospiti d’onore sono stati i componenti del board della National Italian American Foundation, la più importante associazione in rappresentanza degli americani di origine italiana. “In America siamo 20milioni di italoamericani e noi della Niaf vogliamo essere il ponte fra Italia ed Usa. L’evento è un esempio perché qui si vedono insieme americani ed italiani, dimostrando il loro affetto ai due Paesi”, ha dichiarato il presidente, Robert Allegrini.

L’evento, a cui hanno partecipato più di 200 personalità del mondo delle istituzioni e dell’industria, professionisti e artisti, è stato un momento per rafforzare l’amicizia tra Italia e Stati Uniti. Inoltre, con l’occasione, si è rimarcato il contributo dato dagli italoamericani all’economia, alla cultura e ad ogni settore della società americana. “Siamo molto felici di aver riscosso questo grande successo. Abbiamo più di 200 amici che sono venuti a salutare il board della Niaf, ad omaggiare We the Italians, ma soprattutto a celebrare l’amicizia fra Italia e Stati Uniti”, ha detto il Presidente di We the Italians, Umberto Mucci.

“Il nostro motto è: Italy needs more America; America needs more Italy. Questo è testimoniato dai 20milioni di italoamericani che sono partiti dal nulla e adesso sono ovunque all’apice del successo. L’Italia ha bisogno di loro e siamo convinti che se iniettiamo più America nel nostro Paese e più Italia negli States, tutti ne beneficeranno”, ha continuato. “Questo è un appuntamento importante e centrale perché abbiamo una comunità di valori, di idee e progetti da realizzare con gli italoamericani e con il NIAF, tra cui tenere vivo il raccordo tra i due paesi e una rete di affari di cui possono beneficiare tutti”, ha sottolineato il Direttore Generale per gli italiani all'estero del Ministero degli Esteri, Luigi Maria Vignali.

Nel corso della serata, iniziata con gli inni Nazionali di Usa e Italia, Andrea Gumina, Presidente dell’Associazione Amerigo, ha descritto la nascita del Transatlantic Investment Committee. “Il Transatlantic Investment Committee è la prima piattaforma lanciata da Amerigo insieme a Federmanager e CSA, che da oggi radunerà anche il NIAF e We The Italians, dedicata alla promozione degli coinvestimenti transatlantici nelle tecnologie individuate dal trattato Trade Technology Council tra Stati Uniti ed Europa”, ha dichiarato il Presidente dell’Associazione Amerigo. Inoltre, sono stati annunciati i vincitori del Premio Letterario delle Quattro Libertà 2022, organizzato dall’Associazione presieduta da Gumina.

“Il premio che assegniamo oggi è molto importante perché ricorda le quattro libertà che nel 1941 il presidente Roosevelt citò nel suo discorso prima di entrare in guerra. Ci sono 4 premiati di livello: il Monsignor Paglia, il giornalista Semprini, Antonio Fagioli e il professor Avano, tutti con un’opera su ognuna delle quattro libertà citate da Roosevelt”, ha concluso il presidente dell’Amerigo. Non solo, sono state consegnate anche le targhe dei premi “Two Flegs One Heart 2022” di We the Italians al National Italian American Foundation e alla leggenda italoamericana del baseball Mike Piazza. “Questo premio lo apprezziamo molto perché la NIAF è veramente due bandiere e un cuore”, ha evidenziato il Robert Allegrini.

Nel corso del Gala è stato anche annunciato da parte di We the Italians il suo primo NFT Non Fungible Token, dal nome We love Columbus, promosso per sostenere l’impegno in favore di Cristoforo Colombo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli