Italia Markets close in 57 mins

Private equity, Aifi: calano raccolta e investimenti nel semestre

Bos

Milano, 17 set. (askanews) - L'incertezza politica ed economica europea pesa sui risultati del primo semestre 2019 conseguiti dal settore del private equity e venture capital in Italia. I dati del periodo, presentati oggi da Aifi a Milano, mostrano un deciso calo della raccolta e una più contenuta flessione dell'ammontare degli investimenti, cresciuti invece come numero.

I risultati dell'analisi condotta da Aifi in collaborazione con PwC Deals indicano nella prima parte dell'anno una raccolta complessiva (sul mercato e captive, cioè proveniente dalla casa madre) pari a 435 milioni di euro, in calo del 77% rispetto al primo semestre del 2018. In dettaglio, 410 milioni sono stati raccolti sul mercato (-75% sullo stesso periodo 2018). Gli investitori internazionali hanno pesato sulla raccolta di mercato per il 27%. Le fonti principali della raccolta sono: settore pubblico e fondi sovrani (31%), fondi pensione e casse (18%) e investitori individuali e family office (18%).

Per quanto riguarda gli investimenti, l'ammontare è diminuito del 12% nel primo semestre 2019 a 2,5 miliardi di euro, mentre il numero delle operazioni è cresciuto del 4%, a quota 166 (da 160 del primo semestre 2018).

"Aifi, per incentivare la raccolta dei fondi, ha messo in campo una serie di attività e roadshow, sia europei sia internazionali, volti a far conoscere il mercato e i suoi operatori", ha affermato Innocenzo Cipolletta, presidente di Aifi. "Anche il nuovo Governo può supportare il mercato attraverso misure che, come quelle auspicate nel venture capital, permettano il moltiplicarsi di operatori e di investimenti e vadano a favore dell'economia reale. Sollecitiamo il Governo affinché favorisca l'avvio di fondi di fondi istituzionali per tutti i comparti del private capital".

(segue)