Italia markets open in 11 minutes
  • Dow Jones

    34.764,82
    +506,50 (+1,48%)
     
  • Nasdaq

    15.052,24
    +155,40 (+1,04%)
     
  • Nikkei 225

    30.248,81
    +609,41 (+2,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1737
    -0,0010 (-0,08%)
     
  • BTC-EUR

    37.683,98
    -6,69 (-0,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.103,41
    -5,51 (-0,50%)
     
  • HANG SENG

    24.417,55
    -93,43 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.448,98
    +53,34 (+1,21%)
     

Promotor, Quagliano: tempesta perfetta sul mercato auto ad agosto

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 1 set. (askanews) - In agosto sono state immatricolate in Italia 64.689 autovetture con un calo del 27,47% rispetto all'ultimo mese di agosto pre pandemia, che è quello del 2019. Sempre rispetto al 2019, spiega il Centro Studi Promotor nel periodo gennaio-agosto di quest'anno sono state immatricolate 1.060.182 autovetture con un calo del 20%.

"Come si vede - spiega Gian Primo Quagliano, presidente di Promotor - il calo di agosto è più forte di quello del periodo gennaio-agosto e questo indica un sensibile peggioramento dell'andamento del mercato nel mese scorso. La causa principale di questo peggioramento è il venir meno del sostegno alle vendite dato dagli incentivi alla rottamazione previsti per il primo semestre del 2021 per le vetture con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 135 gr/km".

"A questa situazione critica - prosegue Quagliano - si è aggiunto l'estendersi della crisi nelle forniture di microchip con ripercussioni pesanti sull'attività produttiva e quindi sui tempi di consegna delle autovetture. Ciliegina sulla torta è poi il fatto che negli ultimi giorni di agosto, si è esaurito anche lo stanziamento per gli ecobonus per l'acquisto di vetture con emissioni di CO2 da 0 a 60 gr/km. Rimangono ancora 57 milioni disponibili per gli extrabonus alle stesse vetture, ma questi extrabonus sono erogabili soltanto a chi beneficia di un ecobonus. Per cui al momento lo stanziamento non è utilizzabile. Si è prodotta così una situazione che definire tempesta perfetta sull'auto è assolutamente appropriato".

"La ripresa dell'economia italiana - conclude Quagliano - non può prendere ulteriore slancio se il settore dell'auto si rivela una palla al piede. E' dunque necessario che il Governo e il Parlamento intervengano immediatamente per superare la tempesta di agosto. Questo vuol dire rifinanziare immediatamente gli ecobonus per le auto verdi. Rifinanziare anche gli incentivi per le auto da 61 a 135 gr/km di CO2 che dovrebbero esaurirsi entro ottobre e utilizzare poi la Legge di Bilancio 2022 per creare le premesse di una politica per l'auto che dia una concreta prospettiva alla transizione verso l'auto elettrica".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli