Italia markets open in 4 hours 14 minutes
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.449,22
    -651,16 (-2,24%)
     
  • EUR/USD

    1,2034
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    46.655,89
    +881,07 (+1,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.286,03
    +51,62 (+4,18%)
     
  • HANG SENG

    28.571,00
    -564,73 (-1,94%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     

Prospettive Secondo Trimestre per il Cambio Euro Dollaro

Angelo Papale
·2 minuto per la lettura

Il primo trimestre del cambio euro dollaro si conclude con un ribasso del 4% circa. Il futuro per il cambio è altamente incerto, ma alcune evidenze bisogna farle.

Questo calo è dovuto principalmente al ritardo della campagna vaccinale dei paesi europei rispetto a USA e Regno Unito. Le maggiori restrizioni saranno in vigore ancora per un po’ di tempo, ritardando la ripresa economica nel Vecchio Continente.

Nella fine del trimestre, però, inizia a muoversi qualcosa. Si iniziano ad attuare delle azioni per velocizzare le vaccinazioni ed evitare una guerra ai vaccini tra gli Stati, soprattutto con il Regno Unito.

La maggiore volatilità dell’euro ha favorito il progresso del biglietto verde, considerato dai trader uno dei beni rifugio. La situazione potrebbe capovolgersi nel momento in cui le restrizioni vengono man mano eliminate e le persone torneranno a circolare e consumare beni e servizi.

Calendario giornaliero cambio EUR/USD

In questa giornata abbastanza piatta per il cambio euro dollaro non mancano le macro notizie. In Germania alle 08:00 c’è stata la pubblicazione dei dati sugli ordini delle fabbriche per il mese di febbraio.

Le aspettative degli operatori economici sono state rispettate. Gli ordini di beni durevoli sono aumentati dell’1,2% rispetto allo 0,8% registrato nel precedente report.

Alle 09:30 i dati sull’indice PMI sul settore edile registra un notevole aumento (47,5 contro 41 precedente). Nella zona euro alle 13:30 la BCE renderà note le decisioni sulla politica monetaria dell’Eurozona.

Non ci si aspettano grandi cambiamenti sui tassi d’interesse, vista la situazione precaria dell’economia. Negli USA, alle 14:30 gli occhi saranno puntati sulle richieste di disoccupazione avite questa settimana.

Si prevede un valore di 680.000 unità, in riduzione rispetto a 719.000 unità del report precedente. Alle 18:00 le notizie più importanti terminano con il discorso di Powell della FED.

Resistenza a 1.19150 per il cambio euro dollaro

Per il cambio euro dollaro è stata una settimana di fuoco. Si è registrata un’apertura a 1.17549 ed un massimo di 1.19148. Quest’ultimo ha quasi testato la parte superiore della precedente fase laterale a 1.19150, molto vicina alla media a 21 periodi.

Per questi ultimi giorni della settimana non si prevedono grossi cambiamenti. I tempi per un ritorno al trend rialzista del cross risultano ancora prematuri. IG registra una percentuale di clienti short sul cambio del 58%, 42% in posizione lunga.

Si può solo ipotizzare che il primo test del cambio è a 1.19150. Secondo obiettivo potrebbe essere 1.20925, quotazione da cui è partito il ribasso iniziato a marzo 2021.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: