Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.265,28
    +223,69 (+1,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.781,90
    -23,60 (-1,31%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

I prossimi target della BPM

Pietro Origlia
·1 minuto per la lettura

Una nuova Blue Chip entra sotto osservazione in quanto risulta essere nel suo settore una dei titoli con la migliore forza relativa;

stiamo parlando della BP MILANO che unisce sia i rumors di possibile M&A nel settore finanziario (Credit Agricole e altri istituti sembrerebbero interessati alla banca milanese) anche un grafico che è tornato a farsi molto interessante nelle ultime giornate per farlo diventare uno dei titoli più interessanti presenti nel Ftse Mib.

Infatti all'inizio di Ottobre i prezzi hanno rotto al rialzo la parte alta di un trading range (area 1,25-1,54 euro), in cui le quotazioni erano ingabbiate negli ultimi mesi, inviando un importante segnale di forza spingendo il titolo fin oltre l'area degli 1,70 da dove è partita una correzione che ha riportato nella giornata di venerdì 29 Ottobre i prezzi sulle ex resistenze (area 1,50 euro) dove peraltro transita la media mobile a 50 giorni.

Da qui si sta assistendo ad un ritorno degli acquisti che dovrebbero riportare il titolo a contatto con i max di periodo posti in area 1,70 euro che in caso di break darebbe ulteriore forza al trend in atto con eventuali allunghi in direzione dei prossimi target rialzisti situati nei pressi degli 1,85 euro che rapprenterebbero il target finale preso dall'ampiezza dell'ex lateralità (1,25-1,54) proiettato al rialzo.

Giusto sottolineare che l'operatività appena descritta perderebbe di valore con il ritorno della BPM sotto area 1,50 euro.

Buon trading

Per seguire l'operatività sui nostri Portafogli azionari: https://www.trend-online.com/edu/origlia

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online