Provaci ancora Atene

Il sentiment degli investitori internazionali nei confronti della Grecia mostra finalmente delle indicazioni di positività. Il peggio sembra essere alle spalle, con alcuni dati economici essenziali alla fase di rebound, come i leading indicators sulla fiducia economica che hanno raggiunto nel mese di dicembre i livelli più alti degli ultimi tre anni. Un miglioramento che va chiaramente interpretato in ottica relativa, considerando che il Paese si trova ad affrontare il sesto anno consecutivo di recessione e che negli ultimi ventiquattro mesi sono stati necessari due interventi di salvataggio internazionali.

Il rendimento dei titoli di stato, tuttavia, esibisce dei chiari segnali di miglioramento, con le scadenze decennali che negli ultimi sei mesi hanno ceduto oltre 15 punti percentuali, scendendo sotto la soglia psicologica del 10%. Un risultato che conferma l’atteggiamento neutrale adottato dagli investitori internazionali, pur in un contesto di estrema cautela, come dimostra l’inclinazione negativa della curva che esprime ancora un elevato rischio default. Uno scenario che ha favorito la riduzione del premio al rischio, con conseguente ritorno degli investitori verso l’equity.

Un elemento che ha determinato un beneficio evidente nell’analisi dell’ASE (Athens Stock Exchange), che ha raddoppiato il proprio valore negli ultimi sette mesi passando da 470 punti di giugno 2012 ai 1.000 punti del 14 gennaio 2013. Si è giunti così al test di una soglia statica e psicologica particolarmente significativa che potrebbe determinare un aumento delle prese di beneficio.

Il movimento crescente ha consentito anche di superare un importante livello tecnico corrispondente all’area dei 940/950 punti, zona di transito della neck-line di una figura di Testa e Spalle di inversione rialzista.

, Un livello che assume nel breve termine una valenza strategico-operativa per avviare nuove posizioni Long. E’ possibile infatti avviare nuove posizioni Long in break-out al superamento del pivot high a 1.000 punti, con trailing stop variabile, oppure attendere una fase di storno che riporti le quotazioni verso la neck-line, che ora assume carattere di supporto, con possibili operazioni long in Buy area a 940 e stop loss rigido alla rottura dei 900 punti.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito