Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.435,75
    +218,19 (+0,83%)
     
  • Dow Jones

    33.978,08
    +28,67 (+0,08%)
     
  • Nasdaq

    11.621,71
    +109,30 (+0,95%)
     
  • Nikkei 225

    27.382,56
    +19,81 (+0,07%)
     
  • Petrolio

    79,38
    -1,63 (-2,01%)
     
  • BTC-EUR

    21.244,46
    +17,32 (+0,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    526,66
    +9,65 (+1,87%)
     
  • Oro

    1.927,60
    -2,40 (-0,12%)
     
  • EUR/USD

    1,0874
    -0,0018 (-0,16%)
     
  • S&P 500

    4.070,56
    +10,13 (+0,25%)
     
  • HANG SENG

    22.688,90
    +122,12 (+0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.178,01
    +4,03 (+0,10%)
     
  • EUR/GBP

    0,8765
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0015 (-0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4459
    -0,0044 (-0,31%)
     

Qatar 2022, Cissé sprona il Senegal: "E' un bivio generazionale per questo gruppo"

Getty Images

Gara da dentro o fuori quella tra l'Ecuador e il Senegal e la truppa di Aliou Cissé è chiamata a lasciare un segno generazionale: "Il calcio non è guerra e nessuno morirà in campo, ma sarà una partita chiave per una generazione che sta facendo cose straordinarie dal 2020; dobbiamo giocare in maniera convinta e mantenere la concentrazione 90', perché possiamo andare in gol in qualunque momento della gara. Il nostro è un Paese che non ama perdere, sarebbe dura da digerire una eliminazione. L'Ecuador è una squadra fisica e aggressiva che concede poco".

A differenza di Russia 2018, i Leoni della Teranga non potranno fare troppi calcoli: "Allora pagammo la partita contro la Colombia, quando un pareggio ci avrebbe qualificati. La lezione di quella gara è appunto l'imperativo della concentrazione. Una partita non dura 45' o 50', iniziano le partite decisive, ma in termini di pressione e adrenalina è solamente una partita in più".