Italia Markets closed

QE, prezzi carburanti nella stabilità

Cam

Roma, 2 gen. (askanews) - Inizio d'anno di quiete sulla rete carburanti italiana, i prezzi consigliati dalle compagnie risultano infatti fermi. Il 2019, invece, si è chiuso con Eni che ha aumentato di 1 cent benzina, diesel e Gpl. Nel frattempo sono in discesa le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo.

Passando ai prezzi praticati sul territorio, prosegue la tendenza al rialzo. In base all'elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all'Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è a 1,593 euro al litro, con i diversi marchi che vanno da 1,588 a 1,613 euro/litro (no logo 1,570). Il prezzo medio praticato del diesel è invece a 1,487 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,489 a 1,502 euro/litro (no logo 1,469).

Quanto al servito, per la verde il prezzo medio praticato è a 1,728 euro/litro, con gli impianti che vanno da 1,683 a 1,791 euro/litro (no logo 1,621), mentre per il diesel la media è di 1,623 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie compresi tra 1,587 e 1,697 euro/litro (no logo 1,518). Infine, il Gpl va da 0,609 a 0,627 (no logo 0,602).