Italia markets open in 5 hours 59 minutes
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.712,23
    -388,15 (-1,33%)
     
  • EUR/USD

    1,2039
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • BTC-EUR

    46.293,67
    -304,59 (-0,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.268,78
    +34,37 (+2,78%)
     
  • HANG SENG

    29.135,73
    +29,58 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     

Qual è il paese più felice al mondo? L'Italia risale, lo studio

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Getty Images
Getty Images

Anche ai tempi del coronavirus e di una pandemia che tiene tutto il mondo col fiato sospeso, per il terzo anno consecutivo un paese è stato eletto come il "più felice" dell'intero globo. Parliamo della Finlandia che, secondo il World Happiness Report redatto dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network, ha conquistato per l'ennesimo anno la "palma della felicità".

Il report, redatto in base ai dati del Gallup World Poll, ha esaminato in particolare le conseguenze del Covid-19 stabilendo, sorprendentemente, che non c'è stato un declino del benessere nel mondo. Il posizionamento del paese scandinavo, stando ai dati analizzati, è da attribuire principalmente alla fiducia della popolazione nei confronti della propria comunità, elemento che ha contribuito al benessere delle persone.

Risultato dolce-amaro per l'Italia che guadagna posizioni rispetto agli anni passati, ma è punita per la risposta al Covid. Secondo il report, infatti, il nostro paese ha scalato la classifica di ben tre posizioni guadagnandosi il 25esimo posto, ma a differenza di altri paesi la risposta al virus è stata insoddisfacente, principalmente per una scarsa adesione dei cittadini alle misure richieste e i pochi controlli, nonostante le misure stringenti.

VIDEO - Draghi: "L'incremento di alcuni vaccini compenserà i ritardi"

"La pandemia ci ricorda tutte le minacce ambientali che ci affliggono - ha commentato l'economista e saggista statunitense Jeffrey D. Sachs, presidente di United Nations Sustainable Development Solutions Network - l'urgente necessità di collaborare e le difficoltà di ottenere tale collaborazione in ogni singolo Paese e globalmente. Dobbiamo lavorare per il benessere piuttosto che per la ricchezza, che sarà precaria se non miglioriamo il nostro modo di gestire la sfida dello sviluppo sostenibile". 

John Helliwell, professore dell'Università British Columbia, ha commentato così i dati: "Siamo stati sorpresi di vedere che in media non c'è stato un declino nel benessere generale, misurato sulla base della valutazione soggettiva delle persone e delle proprie vite. Una possibile spiegazione è che la gente vede il Covid-19 come una minaccia comune ed esterna, che tocca chiunque e che ha generato un maggior senso di solidarietà ed empatia". 

VIDEO - Draghi: "Dobbiamo sentirci uniti, lo Stato c'è"