Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.124,91
    +319,70 (+1,29%)
     
  • Dow Jones

    35.061,55
    +238,20 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    14.836,99
    +152,39 (+1,04%)
     
  • Nikkei 225

    27.548,00
    +159,80 (+0,58%)
     
  • Petrolio

    72,17
    +0,26 (+0,36%)
     
  • BTC-EUR

    28.517,39
    +827,71 (+2,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    786,33
    -7,40 (-0,93%)
     
  • Oro

    1.802,10
    -3,30 (-0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,1770
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • S&P 500

    4.411,79
    +44,31 (+1,01%)
     
  • HANG SENG

    27.321,98
    -401,86 (-1,45%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.109,10
    +50,05 (+1,23%)
     
  • EUR/GBP

    0,8561
    +0,0014 (+0,17%)
     
  • EUR/CHF

    1,0819
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,4784
    +0,0003 (+0,02%)
     

Quel cuore d'oro di George Clooney apre una scuola di cinema per le minoranze e la diversity

·3 minuto per la lettura
Photo credit: Alberto E. Rodriguez - Getty Images
Photo credit: Alberto E. Rodriguez - Getty Images

Abbiamo un problema: l'industria del cinema è ancora troppo bianca, troppo privilegiata, troppo poco diversificata, in un solo hashtag #HollywoodSoWhite. Se vogliamo che la situazione cambi e che si vedano volti nuovi, storie nuove e punti di vista diversi, qualcosa si deve fare. A quanto pare, però, non basta che gli Oscar abbiano previsto qualche passo avanti per una maggiore inclusività, bisogna risolvere il problema alla base e coinvolgere nell'intera industria cinematografica persone fino ad ora tagliate fuori. Come farlo? Semplice, almeno secondo George Clooney che, assieme ad altre celebrities, ha deciso di aprire una scuola pubblica di cinema a Los Angeles coinvolgendo le frange marginalizzate nel tentativo di aumentare la diversità a Hollywood.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Come spiega il New York Times, George Clooney, Kerry Washington, Don Cheadle, Mindy Kaling e altre star, stanno collaborando con il distretto scolastico unificato di Los Angeles per lanciare un programma specializzato di formazione nel mondo del cinema affiancato a un percorso di lavoro nell'industria televisiva e cinematografica. Si tratta della Roybal School of Film and Television Production, un'accademia specializzata che nascerà all'interno l'Edward R. Roybal Learning Center e aprirà i battenti nell'autunno del 2022."Questo programma innovativo aiuterà a preparare gli studenti a lavori ben retribuiti nell'industria cinematografica e televisiva, integrando nel curriculum l'esperienza pratica del settore e gli stage per gli studenti", ha affermato il sovrintendente Austin Beutner. "Per la prima volta a Los Angeles stiamo dando una possibilità a un intero gruppo di membri della comunità che storicamente non sono stati coinvolti nelle nostre scuole pubbliche", ha spiegato Beutner, “I nostri studenti non vivono accanto a truccatori e scenografi, non hanno amici di famiglia che sono attori o cantautori". La situazione delle scuole pubbliche a Los Angeles infatti non è delle migliori: l'ottanta per cento degli studenti vive in povertà, quasi 100.000 studenti devono imparare l'inglese e otto studenti su 10 sono latini o neri.

Photo credit: Emma McIntyre - Getty Images
Photo credit: Emma McIntyre - Getty Images

"Il nostro obiettivo è quello di riflettere meglio la diversità del nostro Paese", ha spiegato George Clooney in un comunicato, "Ciò significa iniziare presto. Significa creare programmi per le scuole superiori che insegnino ai giovani a conoscere le telecamere, il montaggio, gli effetti visivi e il suono e tutte le opportunità di carriera che questo settore ha da offrire. Significa stage che portino a carriere ben pagate. Significa capire che siamo tutti insieme in questo". Secondo il New York Times ci sono delle perplessità su questo approccio di finanziamenti privati filantropici alla scuola pubblica: "La filantropia non può sostituire la giustizia" ha commentato ad esempio Linda Darling-Hammond, presidente del California State Board of Education. Clooney, invece, è fiducioso che questo approccio si rivelerà vincente: "Tutti stanno riconoscendo che l'industria del cinema ha bisogno di fare meglio", ha dichiarato spiegando che il problema sta proprio nella mancanza di formazione a cui possono accedere solo classi privilegiate. La nuova scuola dovrebbe spezzare questo circolo vizioso e aprire la strada a persone che altrimenti rimarrebbero escluse. E scusate se è poco.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli