Questa pazza, pazza Borsa

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BMPS.MI0,250,00
FTSEMIB.MI21.819,48+143,73
PMI.MI0,680,01

Scatta la mezzanotte, comincia la nuova settimana e, come sempre, i mercati finanziari cominciano da dove si erano fermati, cioè dalla contrattazione dei futures americani, c’è molta attesa, si teme il peggio … e puntualmente arriva.

I derivati sugli indici principali cominciano da un -0,60% che non promette nulla di buono, ed infatti passa una mezz’oretta e siamo già a meno un punto e poi ancora peggio, mamma mia chissà cosa accadrà all’apertura delle piazze asiatiche! Nessuna sorpresa positiva, Tokyo parte con oltre due punti di ribasso e le altre non vanno molto meglio, al termine delle contrattazioni Nikkei (Osaka: ^N225 - notizie) -2,8% e Hang Seng (HKSE: ^HSI - notizie) -2,6% … c’era da aspettarselo.

Parte l’Europa e la Germania guida i ribassi, anche il Dax (Xetra: ^GDAXI - notizie) perde più di due punti percentuali il Cac (Francoforte: 924169 - notizie) ed il nostro Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) un po’ meno, mentre Londra è chiusa per festività.

Ma da subito l’apertura si vede che su Piazza Affari prevalgono gli acquisti, ed inizia un recupero assolutamente da manuale di finanza, un grafico “seghettato” rialzista che immediatamente inverte il sentiment iniziale.

Mancano pochi minuti a mezzogiorno ed il Ftse Mib passa in positivo, ma non c’è alcun segnale di inversione, tutto continua con una impressionante costanza, ogni “dente” in giù è un’occasione d’acquisto e puntualmente c’è la risalita.

Ora non resta che “la prova Wall Street”, molti pensano, se supera anche questa la seduta finisce in gloria … e così accade, un minimo aumento di volatilità (assolutamente fisiologico), ma il trend non cambia. Alla fine il Ftse Mib non chiude proprio sul massimo, ma una trentina di punti sotto a 14.275,35 punti +2,56%. Miglior indice in assoluto.

, Il cambio EurUsd che alla ripresa delle contrattazioni era crollato a 1,296 nella giornata ha riguadagnato una figura.

Effetto elezioni si dirà, nelle sale operative si dice che non si sa bene chi ha vinto, ma non si hanno dubbi nel dire che a perdere è stata Angela Merkel, ed in effetti il Dax alla fine di questa giornata a stento porta a casa un risicatissimo +0,1%, per i mercati, quindi la Cancelliera dovrà cedere, ora è rimasta davvero sola.

Sarà questa la chiave di lettura di questa seduta di Borsa? So che dovrei dare delle risposte anziché porre dei quesiti, ma per la verità non sono certo che si possa recitare il “de profundis” per la politica del rigore, attenderei almeno qualche conferma, anche se ora sembra proprio, viste anche le parole del nostro Presidente del Consiglio, che si possa chiedere alla Germania, e con vigore, maggiori politiche di crescita.

Se si allenta la tensione ne guadagnano le Banche che infatti oggi hanno fatto registrare ottimi rialzi: Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) (+8,70%), Banca MPS (Milano: BMPS.MI - notizie) (+6,33%), Unicredit (MDD: UCG.MDD - notizie) (+5,63%), Bper (+5,03%), Intesa (+3,90%), Ubi Banca (MDD: UBI.MDD - notizie) (+3,69%) e Banco Popolare (Francoforte: A0MWJR - notizie) (+2,61%).

Ma a guidare i rialzi odierni troviamo A2A (Francoforte: 915445 - notizie) (+9,09%) per la quale la soluzione della vicenda Edison (Amburgo: EDX.HM - notizie) è stata salutata in maniera scoppiettante dal mercato.

Molto bene anche Diasorin (Berlino: 34D.BE - notizie) (+7,41%) che festeggia l’acquisizione di NorDiag (Oslo: NORD.OL - notizie) (ricordiamo che già venerdì aveva chiuso in netta controtendenza) ed a fine settimana comunicherà i dati.

Netto recupero di Buzzi Unicem (MDD: BZU.MDD - notizie) (+6,39%) che alla partenza della mattinata era scesa decisamente sotto quota 7 euro ed al termine finisce a 7,58 euro, seduta analoga per Exor (EUREX: 572835.EX - notizie) (+4,28%) tornata sopra i 17 euro.

, Due soltanto i ribassi: Azimut (Milano: AZM.MI - notizie) (-1,75%) e Tenaris (EUREX: TW11.EX - notizie) (-0,29%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 17:45 CEST
Dow Jones 16.520,64 0,12% 19:15 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati