Italia markets close in 2 hours 19 minutes
  • FTSE MIB

    25.365,39
    +9,24 (+0,04%)
     
  • Dow Jones

    35.116,40
    +278,24 (+0,80%)
     
  • Nasdaq

    14.761,29
    +80,23 (+0,55%)
     
  • Nikkei 225

    27.584,08
    -57,75 (-0,21%)
     
  • Petrolio

    69,09
    -1,47 (-2,08%)
     
  • BTC-EUR

    32.687,50
    +89,73 (+0,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    953,60
    +10,16 (+1,08%)
     
  • Oro

    1.831,60
    +17,50 (+0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,1902
    +0,0034 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    4.423,15
    +35,99 (+0,82%)
     
  • HANG SENG

    26.426,55
    +231,73 (+0,88%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.125,69
    +7,74 (+0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8530
    +0,0005 (+0,06%)
     
  • EUR/CHF

    1,0729
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4914
    +0,0044 (+0,30%)
     

Questione stadio: in aiuto dei Friedkin e della Roma c'è... l'Olimpico

·1 minuto per la lettura

Che una squadra che ambisce a grandi risultati abbia assolutamente bisogno degli introiti che solo uno stadio di proprietà può garantire è cosa nota, soprattutto in casa Roma. Tanto che nel 2014 l'allora presidente del club, l'americano James Pallotta, presentò il progetto del nuovo stadio giallorosso a Tor di Valle insieme al Sindaco dell'epoca (del Partito Democratico) Ignazio Marino. Un iter amministrativo che grazie alla Legge sugli stadi sembrava destinato ad una felice conclusione, ma che è poi tramontato grazie all'arrivo sullo scranno del Campidoglio di Virginia Raggi e del Movimento 5 Stelle.

Ryan e Dan Friedkin | Paolo Bruno/Getty Images
Ryan e Dan Friedkin | Paolo Bruno/Getty Images

Tanto che poi, con un cambio di proprietà vissuto dalla Roma quasi un anno fa con l'arrivo di Dan Friedkin, ha rinunciato anche il club giallorosso e nei prossimi giorni verrà revocato il pubblico interesse dell'area di Tor di Valle. Ma anche la "nuova" proprietà non è rimasta insensibile al tema stadio, ammettendo come l'interesse verta solo sull'impianto piuttosto che sulle opere accessorie. Individuare un'altra area per costruire il nuovo stadio però, oltre ad essere dispendioso è anche faticoso.

E allora ecco che per la Roma, secondo La Gazzetta dello Sport, si sta facendo strada una nuova ipotesi: quella di "acquistare" lo stadio Olimpico, ovviamente ristrutturandolo (e soprattutto togliendo la pista di atletica). L'attuale impianto capitolino, infatti, rispetterebbe alcuni dei requisiti imposti dai Friedkin: su tutti uno stadio nel cuore della città.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli