Italia markets open in 8 hours 3 minutes
  • Dow Jones

    31.261,90
    +8,80 (+0,03%)
     
  • Nasdaq

    11.354,62
    -33,88 (-0,30%)
     
  • Nikkei 225

    26.739,03
    +336,23 (+1,27%)
     
  • EUR/USD

    1,0578
    -0,0010 (-0,10%)
     
  • BTC-EUR

    28.644,67
    +663,72 (+2,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    650,34
    -23,03 (-3,42%)
     
  • HANG SENG

    20.717,24
    +596,54 (+2,96%)
     
  • S&P 500

    3.901,36
    +0,57 (+0,01%)
     

Quirinale 2022, elezione presidente della Repubblica: news di oggi

·11 minuto per la lettura

(Adnkronos) - Via al voto per l'elezione del presidente della Repubblica. Il Parlamento si riunisce da oggi in seduta comune, con i delegati regionali, per eleggere il successore di Sergio Mattarella al Quirinale. Dopo il ritiro della candidatura di Silvio Berlusconi, continuano i contatti tra i partiti, in programma l'incontro tra Enrico Letta e Matteo Salvini. Per la prima votazione, si annuncia una scheda bianca generale o quasi. Questo l'orientamento di centrosinistra, Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Italia Viva. Sullo sfondo, il nome di Mario Draghi. Le news.

ORE 14.38 - Incontro tra il premier Mario Draghi e il leader della Lega Matteo Salvini questa mattina. L'incontro non avrebbe avuto luogo nella sede del governo. Fonti di Palazzo Chigi, interpellate sull'incontro, rispondono con un "no comment".

ORE 14.26 - A quanto apprende Adnkronos è appena arrivato sugli smartphone dei grandi elettori della Lega, i 212 delegati, un messaggio con l'indicazione di voto per il primo scrutinio di questo pomeriggio, in vista dell'elezione del capo dello Stato. La richiesta di Matteo Salvini è di attenersi alla scheda bianca.

ORE 14.16 - Forza Italia voterà scheda bianca al primo scrutinio. Lo avrebbe annunciato Antonio Tajani, numero due del partito azzurro alla riunione dei grandi elettori di Forza Italia.

ORE 14.11 - "Sul Quirinale siamo chiamati a una grande responsabilità, ma non possiamo trascurare che ci sono cittadini, famiglie e imprese che hanno urgenze impellenti: l'azione del Governo non si può fermare. Siamo ancora in piena emergenza sanitaria, economica. C'è ancora molto da fare". Così twitta il leader M5S Giuseppe Conte.

ORE 13.57 - Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio questa mattinata ha partecipato ai funerali dell'ambasciatore Fulci. Nessuna riunione tra 'dimaiani', afferma il portavoce del ministro, contattato dall'Adnkronos, dopo che nelle ultime ore è iniziata a rimbalzare la notizia, su diverse chat di addetti ai lavori, di una riunione di circa 60 grandi elettori dimaiani. Di Maio rientrato alla Farnesina, dopo una riunione con il suo entourage, intorno alle 17.00 si recherà alla Camera dei deputati per partecipare alla votazione del Presidente della Repubblica, precisa il suo portavoce.

ORE 13.44 - Per ora sono chiusi ma alle 15, puntuali con l'inizio della seduta in aula, si apriranno anche i cancelli del parcheggio della Camera, dove sono stati allestiti i seggi per il voto dei grandi elettori positivi al Covid o in stato di quarantena, che attualmente, stando all'ultimo 'censimento', sono 14. Gli uffici di presidenza di Senato e Camera, che si sono riuniti congiuntamente questa mattina a Montecitorio per gli ultimi adempimenti prima delle votazioni, hanno stabilito che per accedere al seggio speciale allestito in via della Missione, servirà trasmettere alla Camera il certificato medico che attesta la quarantena o l'isolamento causa positività al Covid.

ORE 13.32 - “I grandi elettori di Noi con l’Italia oggi voteranno scheda bianca. Ribadiamo quanto diciamo da sempre: il problema è innanzitutto di metodo, troviamoci e cerchiamo un nome condiviso, senza veti reciproci e senza nomi avanzati preventivamente. L’unità del centrodestra, dopo la responsabile rinuncia di Silvio Berlusconi, si manifesti in questa apertura a una soluzione condivisa, in questo metodo di dialogo e non di contrapposizione”. Lo dichiara in una nota il presidente di Noi con l’Italia Maurizio Lupi.

ORE 13.21 - A quanto si apprende si terrà nel tardo pomeriggio l'incontro tra il segretario del Pd Enrico Letta e il leader della Lega Matteo Salvini. Il faccia a faccia avverrà, dunque, con il primo scrutinio già avviato per l'elezione del Presidente della Repubblica.

ORE 12.59 - Plenum a 1008 e quorum dei due terzi a 672. Questo quanto previsto per la prima votazione per l'elezione del Presidente della Repubblica in programma alle 15, dopo la scomparsa del deputato di Forza Italia Enzo Fasano. Da domani il plenum dovrebbe tornare a 1009 e il quorum dei due terzi a 673, non appena la Giunta delle Elezioni prima e la Camera poi, da convocare con un'apposita seduta, avranno proclamato l'elezione della subentrante Maria Rosa Sessa. È quanto emerso dalla Conferenza congiunta dei capigruppo di Camera e Senato.

ORE 12.47 - “Penso che Letta sia stato molto capace collocando il Pd su una posizione responsabile e in sintonia con il Paese”. A poche ora dal voto per eleggere il 13° Presidente della Repubblica, il presidente di Ali e coordinatore dei sindaci Pd Matteo Ricci interviene sul Quirinale, ospite di SkyStart (SkyTg24): “In queste settimane Mattarella ha detto chiaramente che non è disponibile a un secondo mandato, decisione che potrebbe cambiare solo nel caso in cui tutte le forze gli chiedessero di continuare”.

ORE 12.38 - "Abbiamo deciso insieme, Azione e Più Europa con i grandi elettori, di non andare scheda bianca ma di votare Marta Cartabia". Così Carlo Calenda al termine della riunione dei grandi elettori di Azione e Più Europa.

"Cartabia ha tutte le caratteristiche per essere un ottimo presidente della Repubblica. Non è una candidatura di bandiera ma una candidatura offerta al Parlamento sulla base di un ragionamento semplice: può rappresentare tutti italiani. Mi appello ai parlamentari e alle parlamentari: questa occasione non va persa, non possiamo continuare a dare uno spettacolo indecoroso di tatticismi, di accordi sottobanco. Non si può andare avanti così".

"Se non votiamo, se non spingiamo su un profilo come quello di Marta Cartabia, se non ora quando? Non voteremo Cartabia perchè è donna ma perchè ha un profilo perfetto ed è anche donna".

ORE 12.24 - Io ho chiesto di allargare la rosa dei 'quirinabili' anche alle personalità che non hanno un trascorso politico e per questo abbiamo aggiunto il nome di Carlo Nordio su cui ci pare difficile che si possano muovere obiezioni... Lo avrebbe detto Giorgia Meloni parlando alla riunione dei grandi elettori di Fdi.

ORE 12.20 - Fratelli d'Italia voterà "scheda bianca alla prima votazione" per il presidente della Repubblica. Lo conferma Fabio Rampelli al termine della riunione dei grandi elettori di Fdi.

ORE 12.11 - Sarà Maria Rosa Sessa detta Rossella a subentrare al posto di Enzo Fasano, il deputato di Forza Italia, morto ieri. Lo ha annunciato su twitter il deputato e capogruppo del Pd in commissione Affari Costituzionali, Stefano Ceccanti.

ORE 12.07 - Il centrosinistra voterà scheda bianca nella prima votazione in programma oggi.

ORE 12.01 - Matteo Renzi ha riunito questa mattina i grandi elettori Iv. Dall'assemblea viene confermata la decisione di andare sulla scheda bianca alla prima votazione.

ORE 11.54 - Comunque vada, noi sosterremo il ritorno alle urne anche perché il mandato a Draghi, a nostro avviso, è legato a quello di Mattarella... Lo avrebbe detto Giorgia Meloni parlando alla riunione dei grandi elettori di Fdi.

ORE 11.46 - La durata dello scrutinio e dello spoglio sarà di circa sei ore. Sono previste tre cabine nell'emiciclo. Entreranno 50 votanti per volta, mentre saranno 200 i parlamentari ammessi in Aula durante le operazioni di spoglio. Lo ha stabilito l'ufficio di Presidenza della Camera e il Consiglio di presidenza Senato che si sono riuniti congiuntamente questa mattina a Montecitorio, per gli ultimi adempimenti prima delle votazioni per l'elezione del presidente della Repubblica, il cui inizio è previsto per le ore 15.

ORE 11.36 - "L'obiettivo è preservare la continuità dell'azione del governo. Non possiamo trascurare che ci sono famiglie, imprese, cittadini che ci guardano e non possono pensare che" dopo l'elezione del Capo dello Stato "ci fermiamo per dei mesi per formare un nuovo governo e scegliere un nuovo premier. Abbiamo un premier autorevolissimo, gli abbiamo chiesto di portare a termine dei risultati". Lo ha detto il leader M5S Giuseppe Conte, arrivando alla Camera.

ORE 11.22 - Nello spoglio delle schede il Presidente della Camera Roberto Fico darà lettura del solo cognome ove la scheda rechi solo tale indicazione ovvero quando, pur riportando altre notazioni, sia comunque univocamente individuabile il soggetto cui è attribuito il voto. Procederà a leggere nome e cognome soltanto nel caso in cui entrambi siano riportati nella scheda e la lettura del solo cognome non consenta l'univoca attribuzione del voto. E' quanto emerge al termine della riunione dell'ufficio di presidenza congiunto Camera-Senato.

ORE 11.18 - "Non vogliamo che vengano posti veti e ci sono frasi che non possono essere accettate''. Lo ha detto Antonio Tajani, numero due di Fi, arrivando a Montecitorio insieme al capogruppo azzurro alla Camera azzurro, Paolo Barelli.

ORE 11.10 - Si è conclusa positivamente la verifica dei poteri dei delegati regionali. Lo ha stabilito l'ufficio di Presidenza della Camera e il Consiglio di presidenza Senato che si sono riuniti congiuntamente questa mattina a Montecitorio, per gli ultimi adempimenti prima delle votazioni per l'elezione del presidente della Repubblica, il cui inizio è previsto per le ore 15.

ORE 11.02 - Per accedere al seggio speciale allestito in via della Missione servirà trasmettere alla Camera il certificato medico che attesta la quarantena o l'isolamento causa positività al Covid. Lo hanno stabilito l'ufficio di Presidenza della Camera e il Consiglio di presidenza Senato che si sono riuniti congiuntamente questa mattina a Montecitorio, per gli ultimi adempimenti prima delle votazioni per l'elezione del presidente della Repubblica, il cui inizio è previsto per le ore 15.

ORE 10.45 - Berlusconi “avrebbe vinto se ieri avesse dato il nome alternativo a Draghi che credo potrebbe essere nella sua mente quello della Casellati. Lui ha detto no a Draghi, questo diventa un limite all’azione politica". Lo ha detto Vittorio Sgarbi, ospite a "Non stop news" su Rtl 102.5, commentando la decisione di Silvio Berlusconi di fare un passo indietro nel candidarsi alla presidenza della repubblica, dopo aver preso atto che non avrebbe avuto i voti sufficienti.

Negli scenari resi possibili dall'incertezza su nomi e candidati, Sgarbi non esclude un "contropiede" dei centristi del centrodestra che potrebbero decidere di fare "il gesto più clamoroso ma anche più facile, ovvero quello di votare Draghi. Se il centrodestra votasse Draghi soltanto aprirebbe una situazione di governo che comunque è simile ma controllata dai partiti che sostengono il presidente. In questo caso costringerebbe il Pd a seguire la scelta del centrodestra". Invece "non puoi votare Draghi se lo propone il centrosinistra. È chiaro che è un’operazione molto sofisticata, di tutti, sopra le parti, però uno può dirlo per primo".

ORE 10.23 - "E' evidente che alla prima, e probabilmente, alle prime votazioni non sarà possibile eleggere un presidente e quindi è verosimile che andiamo verso la scheda bianca, facciamo questa riunione per deciderlo". Lo dice Lucio Malan a Rainews24 mentre è in programma la riunione dei grandi elettori di Fdi.

ORE 10.19 - E' iniziato questa mattina il trasloco del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dalla sua abitazione di via Libertà a Palermo alla nuova casa presa in affitto a Roma. Da ore una ditta di traslochi sta portando fuori dall'appartamento al sesto piano del Capo dello Stato divani e alcuni mobili che verranno portati a Roma. Il Presidente, come si apprende, è nella sua abitazione. E non dovrebbe uscire. Seguirà quindi da casa i primi scrutini per il suo successore.

ORE 9.21 - Per il M5s quella di Andrea Riccardi non è una candidatura di bandiera “tanto è vero che non lo votiamo oggi, proprio per non dimostrare che sia soltanto una candidatura di bandiera. E’ un nome che rappresenta sicuramente una storia, un profilo che piace al M5s”. Lo ha detto il deputato 5Stelle, Vincenzo Spadafora, a "Agorà" su Rai Tre.

ORE 8.53 - Nella complessa partita per l'elezione del presidente della Repubblica "anche Giorgia Meloni si gioca un pezzo di credibilità. Nessuno vuole farle l'esame del sangue ma l'esame di maturità per capire se sei bravo o no a fare politica, è spesso rappresentato molto di più da come gestisci l'elezione del presidente della Repubblica che non da mille elezioni amministrative o sondaggi". Lo ha affermato il leader di Iv, Matteo Renzi, a "Radio Leopolda".

ORE 8.45 - "Mi dispiace che tutto questo sia avvenuto sulla pelle del presidente Berlusconi che qualcuno ha cinicamente usato fino in fondo. Hanno spinto oltre il burrone qualcosa che andava fermata prima. È difficile per tutti arrivare a 505 grandi elettori". Lo ha affermato al "Corriere della Sera, il presidente della Liguria e cofondatore di Coraggio Italia, Giovanni Toti.

E ora cosa succede? "Si chiude definitivamente la Seconda Repubblica e si avvia un nuovo ciclo. Chiunque sarà presidente della Repubblica -ha continuato Toti - farebbe bene a nominare sia Berlusconi che Prodi senatori a vita. Sarebbe una pacificazione su cui costruire la Terza Repubblica. Si deve eleggere un arbitro che non solo abbia la statura politica ma i voti parlamentari".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli