Italia markets open in 3 hours 57 minutes
  • Dow Jones

    32.654,59
    +431,17 (+1,34%)
     
  • Nasdaq

    11.984,52
    +321,73 (+2,76%)
     
  • Nikkei 225

    26.851,15
    +191,40 (+0,72%)
     
  • EUR/USD

    1,0537
    -0,0018 (-0,17%)
     
  • BTC-EUR

    28.661,86
    -39,88 (-0,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    679,68
    +437,00 (+180,07%)
     
  • HANG SENG

    20.463,60
    -138,92 (-0,67%)
     
  • S&P 500

    4.088,85
    +80,84 (+2,02%)
     

Quirinale, ancora fumata nera al sesto scrutinio: il centrodestra si astiene, scheda bianca per PD, M5S, IV e LeU

·6 minuto per la lettura
quirinale
quirinale

Al via il sesto scrutinio per l’elezione del Presidente della Repubblica che, al pari delle cinque votazioni precedenti, sta procedendo con la chiama dei senatori, dei deputati e dei delegati regionali.

Concluse le votazioni, si sta procedendo con lo spoglio dei voti: dal computo matematico dei voti, è emerso che il quorum di 505 voti per eleggere il successore di Sergio Mattarella non è stato raggiunto.

Elezione del Presidente della Repubblica, al via il sesto scrutinio: lo scenario post quinto scrutinio

Nella giornata di venerdì 28 gennaio, sono stati inaugurati i doppi turni di votazioni finalizzati a eleggere il prossimo Presidente della Repubblica Italiana. In questo contesto, venerdì 28, si sono tenuti due scrutini: il primo alle ore 11:00 e il secondo alle ore 17:00.

Per quanto riguarda il quinto scrutinio, prima del voto, il centrodestra aveva confermato la decisione di votare la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati: la notizia era già trapelata in via ufficiosa nella serata di giovedì 27, al termine del vertice organizzato da Matteo Salvini. Alla decisione del centrodestra, il centrosinistra ha risposto con l’astensione.

Il quinto scrutinio, si è concluso con un’ennesima fumata nera, 406 astenuti e 382 voti alla Casellati che hanno fatto emergere la presenza di 71 franchi tiratori all’interno del centrodestra e di significative spaccature nella coalizione.

Giorgia Meloni sui risultati del quinto scrutinio: “FdI si conferma partito granitico e leale”

L’esito del quinto scrutinio è stato commentato sia dalla Lega che dalla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Rispetto ai voti mancanti del centrodestra per la Casellati, infatti, fonti della Lega hanno riferito: “I 208 voti della Lega sono andati compatti su Casellati”.

Allo stesso modo, si è espressa Giorgia Meloni che ha dichiarato: “FDI alla 5ª votazione si conferma partito granitico e leale. Anche Lega tiene. Non è così per altri. C’è chi ha lavorato per impedire la storica elezione di un presidente di cdx. Gli italiani che credono in noi non meritano questo. Ne parlerò con Salvini per sapere cosa ne pensa”.

Sesto scrutinio: il centrodestra annuncia l’astensione, scheda bianca per il centrosinistra

Al termine del quinto scrutinio e in attesa che venisse aperta ufficialmente la sesta sessione di votazione, nel mondo politico, hanno ricominciato a susseguirsi frenetiche riunioni tra i leader di partito.

In questo contesto, poco prima che avesse inizio il sesto scrutinio, il centrodestra ha manifestato l’intenzione di astenersi dal voto senza ritirare la scheda elettorale.

Il centrosinistra, invece, ha deciso di votare scheda bianca. A questo proposito, sono giunte comunicazioni ufficiali da parte del Partito Democratico, del Movimento 5 Stelle, di Liberi e Uguali e di Italia Viva.

Elezioni Quirinale, incontro negli uffici del M5S tra Letta, Conte e Salvini

Il sesto scrutinio è regolarmente cominciato alle ore 17:00. In questo contesto, poco dopo l’inizio delle votazioni, è stato organizzato un vertice al quale hanno partecipato il segretario del PD Enrico Letta, il presidente del M5S GiuseppeConte e il leader della Lega Matteo Salvini.

L’incontro, che si è da poco concluso, è stato organizzato presso gli uffici del Movimento 5 Stelle, alla Camera dei Deputati.

Intanto, secondo quanto riferito da fonti interne al partito, il PD sta lavorando a una rosa di quattro nomi per il Quirinale da sottoporre al centrodestra e tra i quali scegliere la candidatura da votare in occasione del settimo scrutinio fissato per le ore 09:30 di domani, sabato 29 gennaio. Nello specifico, pare che il PD abbia indicato i nomi di Pier Ferdinando Casini, Giuliano Amato, Mario Draghi ed Elisabetta Belloni.

Enrico Letta sul vertice PD-M5S-Lega: “Sono ottimista ma non so se domani sarà il giorno buono”

In seguito all’incontro avvenuto negli uffici del M5S, il segretario del PD, Enrico Letta, ha rilasciato alcune dichiarazioni, affermando: “Sono in corso discussioni e poi vedremo, ci stiamo parlando. Casellati? Stamattina ero ottimista, è andata bene – e ha aggiunto –. Sono ottimista anche adesso, il centrodestra ha preso atto che non ci sono i numeri per un candidato di parte”.

Nonostante l’ottimismo professato, tuttavia, il segretario del PD ha ammesso: “Non so se domani sarà il giorno buono.Stiamo cercando un nome su cui trovare una intesa. Faremo di tutto per trovare una rapida soluzione, non parlo di nomi. Mi dispiace si sia iniziato a parlarci solamente adesso. L’apertura del confronto doveva accadere quattro giorni fa. Abbiamo perso quattro giorni perché il centrodestra doveva fare tutto un giro per arrivare al fatto che i numeri non ci sono per eleggere un presidente. Dobbiamo essere tutti vincitori, altrimenti non si arriverà mai a una soluzione”.

Incontro tra il premier Mario Draghi e il leader della Lega Matteo Salvini

Poco prima dell’inizio del vertice tra i leader di PD, M5S e Lega, si è tenuto un incontro tra il Presidente del Consiglio Mario Draghi e Matteo Salvini. Le tematiche affrontate nel corso del meeting non sono state rivelate né commentate da nessuno dei due diretti interessati.

Salvini dopo il vertice PD-M5S-Lega: “Al lavoro per un Presidente donna”

Il leader della Lega, Matteo Salvini, dopo l’incontro con il premier Draghi e il vertice con Enrico Letta e Giuseppe Conte, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti, asserendo: “Sono al lavoro per dare una risposta positiva al Paese, di alto livello e al di fuori dei partiti, superando veti e perdite di tempo. Il centrodestra ha mantenuto la parola. Mi spiace che la sinistra non sia neanche entrata in aula per dire come la pensa. Ognuno fa come gli pare, la sinistra continua a mettere veti. Ho avuto molti incontri oggi, sto lavorando per avere un Presidente donna, in gamba, non solo per mettere una quota donna. Non faccio nomi né cognomi. Belloni? Non faccio nomi e cognomi, qualunque nome abbia fatto negli scorsi giorni aveva un no a priori, perché se lo dice Salvini allora non va bene. Mi auguro che domani il Parlamento dia dimostrazione di lucidità, concretezza, rapidità – e ha ribadito –. Abbiamo fatto una decina di proposte. Tutte bocciate. Chiudiamo questa partita e poi torniamo a pensare al Governo”.

Intanto, per quanto riguarda l’area di centrodestra, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha annunciato in modo provocatorio: “Dopo il voto del Capo della Stato, elezioni subito”.

ForzaItalia, invece, ha convocato l’assemblea dei grandi elettori per le ore 20:15 di venerdì 28 gennaio.

Vertice PD-M5S-Lega, Giuseppe Conte: “Stiamo lavorando sul nome di una donna”

Le dichiarazioni rilasciate da Matteo Salvini, sono state confermate dal presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, che ha ribadito la volontà di individuare un nome di donna di “alto profilo” da eleggere come 13esimo Presidente della Repubblica Italiana.

A questo proposito, infatti, l’ex premier ha affermato: “Stiamo lavorando sul nome di una donna”.

Elezioni Presidente della Repubblica, risultati parziali del sesto scrutinio

Concluse le operazioni di voto che hanno caratterizzato il sesto scrutinio per l’elezione del Presidente della Repubblica, i risultati parziali dello spoglio risultano essere:

Risultati parziali – VI Scrutinio:

Sergio Mattarella: 110
Nino Di Matteo: 11
Pier Ferdinando Casini: 3
Luigi Manconi (#PD|S&D): 3
Mario Draghi: 2
Silvio Berlusconi: 1

Schede bianche: 25

Astenuti: 443

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli