Italia markets open in 1 hour 20 minutes
  • Dow Jones

    34.168,09
    -129,61 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.542,12
    +2,82 (+0,02%)
     
  • Nikkei 225

    26.170,30
    -841,03 (-3,11%)
     
  • EUR/USD

    1,1223
    -0,0021 (-0,19%)
     
  • BTC-EUR

    32.081,01
    -1.521,68 (-4,53%)
     
  • CMC Crypto 200

    818,88
    -36,93 (-4,31%)
     
  • HANG SENG

    23.646,47
    -643,43 (-2,65%)
     
  • S&P 500

    4.349,93
    -6,52 (-0,15%)
     

Quirinale, Conte: "Confronto prima con centrosinistra, ma dialogo a tutto campo"

·2 minuto per la lettura

"Noi non ci affidiamo a caminetti, ci affideremo a un confronto interno con i parlamentari, per cercare di mettere a fuoco quale è il profilo ideale per avere al Quirinale una personalità di grande prestigio, fortemente rappresentativa della ricchezza morale, culturale e istituzionale dell'Italia". Così il presidente del M5S, Giuseppe Conte, ospite a SkyTg24 Live in Courmayeur.

"Dopo di che avremo un confronto a partire con il centrosinistra, che è il nostro interlocutore privilegiato ma non disdegnando il confronto anche con le forze del centrodestra, perché credo sia un dovere morale allargare quanto più possibile il campo dell'elezione del nuovo presidente della Repubblica", che possa rappresentare tutti e di conseguenza anche il centrodestra, ha detto Conte.

"In astratto - ha poi affermato - la possibilità che non venga rinnovato il mandato del presidente della Repubblica è legittima. Possiamo anche modificare la Costituzione ma questo non credo modificherà le idee e le convinzioni del presidente Mattarella. Secondo me Mattarella non merita di essere strattonato, rispettiamo le sue volontà e avviciniamoci serenamente al momento della scelta di una persona che sia garante per tutti".

Quanto a Berlusconi, "ho già dichiarato apertamente e in modo trasparente: con tutto il rispetto per il presidente Berlusconi, che è il leader di una forza della maggioranza che sostiene il governo, non sarà il candidato del M5S" ha ribadito.

Il giudizio positivo recentemente espresso da Silvio Berlusconi sull'utilità del Rdc "è una cosa che gli rende merito - ha aggiunto - perché dimostra la sensibilità di Berlusconi verso un problema di equità sociale, povertà assoluta e quindi anche di rimedi e cinture di protezione che possano garantire coesione sociale. E' stata un'uscita molto avveduta, ma mettere questa uscita in correlazione con l'elezione al Quirinale mi sembra offendere la sensibilità assolutamente genuina dimostrata dal presidente di Fi".

Poi il M5S. "Il nostro Dna non cambierà - ha sottolineato - I nostri parlamentari restituiscono alla collettività, perché noi riteniamo che gli emolumenti che noi riceviamo dallo Stato e quindi dalla Camera e dal Senato siano eccessivi e quindi una parte consistente noi la restituiamo alla collettività".

"Io parlo spesso con Beppe Grillo e ci confrontiamo continuamente. Talvolta vengono fuori delle ricostruzioni che non sono altro che chiacchiericcio, un inutile pretestuoso e polemico bla bla. Liti... gelo, assolutamente non è così" ha messo in chiaro il presidente del M5S, smentendo i contrasti con il fondatore del movimento sull'utilità di aver adottato il finanziamento che deriva dai versamenti volontari dei cittadini.

"Per quanto riguarda il 2x1000 occorre ricordare che si tratta di una richiesta emersa negli Stati generali che ci sono stati lo scorso anno, approvata in modo pressoché unanime dalle assemblee dei parlamentari M5S. Siamo passati dal voto degli iscritti, dai quali ci è arrivata la richiesta di attivare questa forma di finanziamento - ha aggiunto Conte - non si tratta di stravolgere la nostra identità, come è stato scritto banalmente, ma abbiamo raccolto un'istanza della nostra base che ci chiede più intervento e radicamento sul territorio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli