Italia markets close in 1 hour 31 minutes
  • FTSE MIB

    24.065,15
    +189,07 (+0,79%)
     
  • Dow Jones

    31.953,66
    +25,04 (+0,08%)
     
  • Nasdaq

    11.279,27
    +14,83 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    26.677,80
    -70,34 (-0,26%)
     
  • Petrolio

    110,44
    +0,67 (+0,61%)
     
  • BTC-EUR

    27.823,81
    +418,28 (+1,53%)
     
  • CMC Crypto 200

    660,04
    -10,96 (-1,63%)
     
  • Oro

    1.849,70
    -15,70 (-0,84%)
     
  • EUR/USD

    1,0673
    -0,0064 (-0,60%)
     
  • S&P 500

    3.947,57
    +6,09 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    20.171,27
    +59,17 (+0,29%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.668,24
    +20,68 (+0,57%)
     
  • EUR/GBP

    0,8516
    -0,0047 (-0,55%)
     
  • EUR/CHF

    1,0272
    -0,0039 (-0,38%)
     
  • EUR/CAD

    1,3700
    -0,0057 (-0,41%)
     

Quirinale: grandi elettori alla 'prima' in Aula, 'Draghi tratti o al Colle ci va Casini...'

·2 minuto per la lettura

(Adnkronos) - ''Se Draghi non capisce che deve fare delle concessioni alla politica, non si va da nessuna parte e al Colle ci finisce Casini...''. Questa è il refrain che corre in tutti i capannelli di Montecitorio, il primo giorno di votazioni per il Quirinale. La netta sensazione, trasversale ai parlamentari, è che il presidente del Consiglio se vuole salire sul Colle più alto debba ascoltare le richieste dei partiti. ''Salvini è stato collaborativo, se Draghi mantiene la rigidità che in politica non deve esistere, è ovvio che la partita del Colle si fa difficile'', avverte un parlamentare di lungo corso come Osvaldo Napoli, esponente di 'Coraggio Italia'.

Oggi, infatti, Mario Draghi avrebbe avuto un colloquio con Matteo Salvini e altri leader, come Enrico Letta e Giuseppe Conte. Il messaggio fatto arrivare a Super Mario sarebbe stato netto: per sbloccare l'impasse serve anche una sua disponibilità ad arrivare a una soluzione che garantisca la continuità di governo e la legislatura. La partita del Colle, infatti, assicurano più fonti parlamentari, è legata doppio filo a quella di palazzo Chigi. E c'è anche chi sostiene che nel 'pacchetto' debba esserci anche la legge elettorale proporzionale in vista delle prossime politiche.

Raccontano che gli scambi tra il premier e i vari leader che avrebbero avuto modo di parlargli sarebbero stati interlocutori. Tanto che a sera, resta ancora forte il nome di Casini e c'è chi vede possibile persino un bis di Sergio Mattarella. Sulle 'caselle' di un eventuale governo nuovo con Draghi al Colle si rincorrono tante voci che restano tali. ''Il totonomi al momento è solo chiacchiere'', dice a mezza bocca un big azzurro. Anche sulla stessa guida dell'esecutivo. Al netto dei rumors su Belloni e Cartabia. ''Il nome del premier o della presidente del Consiglio, sarà l'ultima cosa, bisogna prima trovare l'accordo tra i partiti sulla composizione del governo e su come accompagnare la transizione'', confida una fonte che lavora al dossier.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli