Italia markets close in 3 hours 47 minutes
  • FTSE MIB

    23.924,12
    -161,70 (-0,67%)
     
  • Dow Jones

    31.490,07
    -1.164,52 (-3,57%)
     
  • Nasdaq

    11.418,15
    -566,37 (-4,73%)
     
  • Nikkei 225

    26.402,84
    -508,36 (-1,89%)
     
  • Petrolio

    108,10
    -1,49 (-1,36%)
     
  • BTC-EUR

    27.865,38
    -644,08 (-2,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    651,85
    -18,82 (-2,81%)
     
  • Oro

    1.828,70
    +12,80 (+0,70%)
     
  • EUR/USD

    1,0525
    +0,0059 (+0,57%)
     
  • S&P 500

    3.923,68
    -165,17 (-4,04%)
     
  • HANG SENG

    20.120,68
    -523,60 (-2,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.626,01
    -64,73 (-1,75%)
     
  • EUR/GBP

    0,8464
    -0,0012 (-0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0270
    -0,0069 (-0,67%)
     
  • EUR/CAD

    1,3476
    -0,0007 (-0,05%)
     

#Quirinale2022: è il giorno delle donne

·3 minuto per la lettura

AGI - #Quirinale2022, seconda giornata di votazioni per l'elezione del Presidente della Repubblica, tra riunioni, discussioni, ipotesi e nomi candidabili. Il centrodestra propone Pera-Moratti-Nordio, il centrosinistra prepara la sua lista di personalità, ma al momento non sembrano definirsi accordi tra gli schieramenti.

Le conversazioni e i thread sul web non rallentano, la crescita dell'interesse è esponenziale, hashtag come #PresidenzaDellaRepubblica e #Quirinale hanno stabilmente preso il posto di #covid #greenpass e #vaccini nell'elenco dei trending topics. La politica torna protagonista sui social media, le elezioni e i suoi rituali sono nuovamente argomenti mainstream nelle discussioni sulle varie piattaforme; appassionano, provocano discussioni e divisioni.

Le qualità istituzionali e politiche di alcune donne candidabili per il Colle, non sono passate inosservate sui social: oggi Marta Cartabia, che dopo Casini e Draghi è la donna più menzionata per il Quirinale sul web, è diventata anche la più discussa e accreditata per dirigere l'Esecutivo, nell'ipotesi in cui Mario Draghi venga eletto Presidente della Repubblica, con la maggioranza dei 1.009 grandi elettori.

 

La comunicazione online dei leader al momento è misurata, tattica, nessuno si sbilancia, tutti auspicano maggiore disponibilità, senza veti e chiusure, per convergere su personalità di auto profilo.

Sono contenta della proposta del centrodestra per cercare di fare un passo avanti ed evitare che la politica dia una pessima immagine di sé, continuando a perdere tempo per giorni. Chiedo ai partiti di parlare nel merito e auspico di trovare dall'altra parte uguale responsabilità pic.twitter.com/7rdwu4gs17

— Giorgia Meloni ن (@GiorgiaMeloni) January 25, 2022

Quirinale. Atto primo scena prima: dichiarazioni vaghe tese a sottolineare profondo senso di responsabilità: vogliamo un profilo che unisca etc. Atto primo, scena seconda: i veti e i ritiri. Atto secondo scena prima: schede bianche, telefonate/summit e altre schede bianche.

— Carlo Calenda (@CarloCalenda) January 25, 2022

Sul #Quirinale siamo chiamati a una grande responsabilità, ma non possiamo trascurare che ci sono cittadini, famiglie e imprese che hanno urgenze impellenti: l'azione del Governo non si può fermare. Siamo ancora in piena emergenza sanitaria, economica. C'è ancora molto da fare. pic.twitter.com/femv5Lo7GC

— Giuseppe Conte (@GiuseppeConteIT) January 24, 2022

I tavoli di discussione sono due: Quirinale e Palazzo Chigi, Presidente della Repubblica e Presidente del Consiglio. E di conseguenza anche i focus delle discussioni su Twitter sono molteplici. Analizzando le conversazioni con gli algoritmi di intelligenza artificiale di Kpi6* sul Quirinale, osserviamo che si sono ridotte, nelle ultime 24 ore, le menzioni e i riferimenti a quasi tutti i nomi circolati in queste ore.

Oggi a imporsi nella rosa delle personalità più menzionate, ve ne sono sei, di cui tre donne: Letizia Moratti, Maria Casellati, Elisabetta Belloni oltre a Pier Ferdinando Casini, Franco Frattini e Marcello Pera. Sono questi i nomi sui quali si stanno concentrando i maggiori volumi di conversazioni e attenzioni, dell'audience.

Ma oltre al toto nomine, in rete si discute, con forte preoccupazione, del rischio di tornare al voto per le elezioni politiche anticipate, per mancato accordo sul possibile sostituto di Draghi a Palazzo Chigi.

* Analisti: Gaetano Masi, Marco Mazza, Giuseppe Lo Forte, Pietro La Torre; Design: Cristina, Addonizio; Giornalista, content editor: Massimo Fellini

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli