Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.377,85
    +206,52 (+1,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1967
    +0,0054 (+0,45%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8989
    +0,0073 (+0,81%)
     
  • EUR/CHF

    1,0823
    +0,0026 (+0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,5540
    +0,0039 (+0,25%)
     

Quota 100, Cgil: si spenderanno 7 miliardi in meno del previsto -2-

Red/Rar
·1 minuto per la lettura

Milano, 22 lug. (askanews) - "Notiamo con soddisfazione - sottolinea il dirigente sindacale - che i dati reali hanno confermato appieno le stime che la Cgil fece un anno fa rispetto a queste misure, e riteniamo del tutto indimostrabile la previsione di una prossima impennata delle domande di Quota 100 legata all'epidemia Covid 19". "Purtroppo - afferma Ghiselli - si continua strumentalmente ad attaccare il nostro sistema previdenziale, denunciando la sua presunta insostenibilit, con l'obiettivo di ottenere ulteriori interventi restrittivi. La verit che il nostro sistema sostenibile finanziariamente, ora e in prospettiva, come certificato anche dalla Corte dei Conti, e il regime pensionistico italiano, con i 67 anni di et per poter accedere alla pensione di vecchiaia, attualmente il pi restrittivo in Europa". "Visto che le risorse previste per Quota 100 saranno utilizzate solo in parte - aggiunge - vi sono ancor di pi le condizioni per intervenire nell'attuale sistema, che riteniamo iniquo e insostenibile socialmente, prevedendo una flessibilit in uscita a partire dai 62 anni, interventi a favore delle donne, dei lavoratori precoci, dei lavoratori gravosi o usuranti, degli esodati. E per introdurre una pensione contributiva di garanzia per i lavori poveri o discontinui e per i pi giovani. Tutte proposte contenute nella Piattaforma che il sindacato unitariamente ha gi presentato al Governo. Ci auguriamo che il confronto, la cui riapertura prevista per il prossimo 28 luglio, possa dare dei risultati concreti e immediati".