Quotazioni oro al minimo: crollo o strategia?

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
GS160,450,01
BARC.L248,90+1,65
DJCI25,630,04
HSBA.L612,20-2,70

Persino la gente comune, o se preferite gli “investitori al dettaglio” stanno perdendo interesse e viene messo in discussione anche il forte senso “rialzista” che ha sempre accompagnato le quotazioni dell’oro. Una perdita di fiducia generalizzata? Potrebbe anche essere visto che è sempre stato considerato un bene rifugio, un’ultima spiaggia che non ha mai tradito. Almeno fino ad ora.

Perchè anche gli analisti di Goldman Sachs (NYSE: GS - notizie) , HSBC (Londra: HSBA.L - notizie) , Barclays (Londra: BARC.L - notizie) , UBS (NYSEArca: DJCI - notizie) , e Macquarie hanno declassato le loro previsioni.

Parte dei motivi sono da ricercarsi nella caduta della domanda per la caduta della domanda, in calo soprattutto negli Usa, dove svaniscono le speranze di un’intenzione da parte della Federal Reserve di acquistare obbligazioni.

E qui nasce il problema dei quantitativi acquistati come rifugio per le turbolenze in Europa. Il calo è stato anche maggiore del previsto. La stessa Fideli Trade concessionaria lingotti degli Stati Uniti ha fatto notare come il motore che spingeva in ogni caso il mercato, cioè l’Asia e in particolar modo l’India che dell’oro è il primo “consumatore” al mondo, è stato praticamente assente. E lo è tutt’ora che i prezzi, bassi, renderebbero appetibile l’idea di un’approvvigionamento in vista di futuri rialzi.

A conferma di ciò arrivano le dichiarazioni del mercato di Mumbai, dove sembra sia venuta meno anche l’abitudine di regalare piccoli oggetti d’oro per i matrimoni.

Perdita di interesse da parte del pubblico? No, ma un crollo del valore della rupia ha mantenuto alti i prezzi anche se il mercato in dollari stava crollando, unita anche alle tasse create dal governo per contenere le importazioni d'oro.

Il tutto ha portato a una diminuzione della domanda del 30% rispetto al primo trimestre 2011.

, Da questi dati è facile dedurre che la fase toro per il metallo giallo sia conclusa, forse non definitivamente: la possibilità di una uscita della Grecia dalla zona euro, di indebolimento dei dati economici dagli Stati Uniti, e l'incertezza politica delle elezioni statunitensi potrebbero risvegliare un rinnovato interesse, anche in considerazione del fatto che le banche centrali sono rimaste costanti acquirenti per tutto il periodo del calo dei prezzi.

Ma potrebbe trattarsi anche solo di semplice strategia. Jeffrey Currie, responsabile della ricerca commodities di Goldman Sachs ha affermato che la soluzione potrebbe essere vicina, anche perchè l’oro fino a sei mesi fa era ancora troppo costoso”.

E non è da escludere un consistente ordinativo nei prossimi giorni, proprio ora che il prezzo ha toccato il fondo. Un segnale? Il rimbalzo del 5% di lunedì scorso.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 23 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 23 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 23 apr 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 23 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.482,72 0,44% 05:39 CEST

Ultime notizie dai mercati