Italia Markets close in 5 hrs

R.cittadinanza,consulenti lavoro:506 persone per ogni addetto Cpi

Cos

Roma, 5 feb. (askanews) - Ben 506 persone, potenziali beneficiari del reddito di cittadinanza, dovrebbero essere prese in carico da ciascun addetto dei centri dell'impiego. E' quanto fanno notare i consulenti del lavoro in audizione davanti alla commissione Lavoro del Senato che ricordano come solo operatori specializzati e non tutti i dipendenti dei Centri per l'Impiego dispongono delle richieste professionalità.

"Secondo i dati Istat 2017,infatti, gli individui che in Italia vivono sotto la soglia di povertà sono circa 5 milioni e di questi circa 3 milioni e trecento mila sono in età lavorativa. Pur non essendovi dati specifici che possano individuare il possesso" dei requisiti "è ipotizzabile che il 75% dei beneficiari, dunque circa 2 milioni e cinquecentomila, debba recarsi per la sottoscrizione del patto per il lavoro al Centro per l'Impiego e la restante parte, invece, presso i Comuni per il patto per l'inclusione sociale", hanno affermato i consulenti del lavoro secondo i quali "in considerazione dell'attuale numero degli addetti dei Centri per l'impiego, ogni operatore dovrebbe pertanto prendere immediatamente in carico circa n. 506 potenziali beneficiari del reddito di cittadinanza. Ciò in quanto soltanto gli operatori specializzati e non tutti i dipendenti dei Centri per l'Impiego dispongono delle richieste professionalità".