Italia markets close in 25 minutes
  • FTSE MIB

    25.628,31
    +138,09 (+0,54%)
     
  • Dow Jones

    34.973,33
    +180,66 (+0,52%)
     
  • Nasdaq

    14.877,75
    +97,22 (+0,66%)
     
  • Nikkei 225

    27.728,12
    +144,04 (+0,52%)
     
  • Petrolio

    68,67
    +0,52 (+0,76%)
     
  • BTC-EUR

    32.867,66
    -464,92 (-1,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    972,91
    -2,98 (-0,31%)
     
  • Oro

    1.804,10
    -10,40 (-0,57%)
     
  • EUR/USD

    1,1840
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • S&P 500

    4.422,30
    +19,64 (+0,45%)
     
  • HANG SENG

    26.204,69
    -221,86 (-0,84%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.159,20
    +14,30 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8495
    -0,0026 (-0,31%)
     
  • EUR/CHF

    1,0733
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4779
    -0,0066 (-0,45%)
     

R. Lombardia, voucher e incentivi ad aziende per la formazione

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 13 lug. (askanews) - Le aziende lamentano una difficoltà sempre crescente nel reperire le figure professionali di cui necessitano: in base ai recenti dati, si è verificato un fenomeno paradossale per cui, anche in una stagione complessa dal punto di vista occupazionale, il lavoro sembra esserci ma mancano i lavoratori adeguatamente formati da assumere. Di qui la misura di Regione Lombardia veicolata dal bando 'Formare per assumere'. A partire dal 26 luglio 2021, possono presentare domanda di contributo i datori di lavoro che assumono persone prive di impiego da almeno 30 giorni e contestualmente attuano, prima o dopo l'assunzione, un percorso di formazione per colmare il gap di competenze in ingresso. Il bando è a sportello e prevede un primo stanziamento di 5.000.000 di euro, incrementabile con successivi step di finanziamento.

"Le imprese lombarde - ha spiegato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana - avranno a disposizione tre strumenti: un voucher formativo per finanziare la formazione 'individualizzata' dei futuri lavoratori, in modo che possano rispondere alle esigenze dell'impresa; un bonus occupazionale per incentivare la stipula dei nuovi contratti e, infine, un voucher utilizzabile per interventi di ricerca e selezione del personale da inserire". "Dietro al fenomeno del mismatch - ha commentato Fontana - si nascondono due possibili cause. Da una parte una reale difficoltà a reperire le competenze ricercate ma dall'altra una non adeguata retribuzione offerta ai lavoratori".

"La transizione digitale in atto - ha chiosato Fontana - porterà indubbiamente importanti conseguenze anche nel mondo del lavoro: dobbiamo essere pronti. Dobbiamo soprattutto avere il coraggio di proporre nuove idee, nuovi schemi, per 'guidare' la trasformazione senza farci travolgere dai suoi effetti. Dobbiamo sfruttare il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza affinché si crei un tessuto che sia poi in grado di vivere in modo autonomo, costantemente, senza bisogno di ulteriori sussidi e sostegni".

"Il voucher per la formazione è riconosciuto, a seguito dell'assunzione - ha spiegato l'assessore regionale alla Formazione e Lavoro Melania Rizzoli - a copertura del costo sostenuto per il percorso formativo, fino un valore massimo di 3.000 euro per ciascun lavoratore assunto, a fronte del servizio fruito e della sottoscrizione di un contratto di lavoro subordinato". È riconosciuta la formazione avviata a partire dalla data di pubblicazione dell'Avviso, eventualmente anche prima dell'assunzione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli