Italia markets close in 3 hours 50 minutes
  • FTSE MIB

    25.439,90
    +88,30 (+0,35%)
     
  • Dow Jones

    34.838,16
    -97,31 (-0,28%)
     
  • Nasdaq

    14.681,07
    +8,39 (+0,06%)
     
  • Nikkei 225

    27.641,83
    -139,19 (-0,50%)
     
  • Petrolio

    71,58
    +0,32 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    32.358,52
    -1.170,96 (-3,49%)
     
  • CMC Crypto 200

    934,43
    -26,47 (-2,75%)
     
  • Oro

    1.813,10
    -9,10 (-0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1892
    +0,0016 (+0,13%)
     
  • S&P 500

    4.387,16
    -8,10 (-0,18%)
     
  • HANG SENG

    26.194,82
    -40,98 (-0,16%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.124,34
    +7,72 (+0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8534
    -0,0017 (-0,20%)
     
  • EUR/CHF

    1,0733
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4863
    +0,0021 (+0,14%)
     

RadiciGroup, in 2020 utile +8,1% a 87 mln, fatturato -6,7% a 1,019 mld

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 giu. (askanews) - RadiciGroup, realtà italiana nata a Bergamo leader nei business della chimica, dei tecnopolimeri, delle fibre e dei non tessuti, che opera con 3.000 dipendenti in 15 Paesi a livello globale, ha chiuso l'esercizio 2020 con un fatturato consolidato di 1.019 milioni di euro, contenendo la flessione rispetto al 2019 al -6,7%. L'EBITDA ha raggiunto invece i 173 milioni di euro, in aumento del +4,4% rispetto all'anno precedente, e l'utile di esercizio, al netto di ammortamenti e svalutazioni, si è attestato su 87 milioni di euro (+8,1% rispetto al 2019). Lo rende noto l'azienda in un comunicato.

Anche durante lo scorso anno, inevitabilmente influenzato dalla diffusione della pandemia e dalle misure introdotte per il suo contenimento, il Gruppo ha continuato a perseguire la strategia di focalizzazione sui core business considerati strategici e sinergici quali la chimica del nylon, i tecnopolimeri e le soluzioni tessili avanzate.

In linea generale, nel 2020 l'andamento del Gruppo ha ricalcato gli sviluppi della diffusione della pandemia, registrando un forte calo della domanda nel corso della prima parte dell'anno, dopo l'introduzione delle misure di lockdown, seguito da un discreto recupero tra settembre e novembre, parzialmente rallentato dalla ripresa dei contagi in dicembre. L'area tessile è stata caratterizzata da una maggiore sofferenza rispetto alle altre BA del Gruppo, in linea con l'andamento dell'intero comparto a livello nazionale.

Il 2021 si è aperto con risultati positivi: nel primo trimestre fatturato e margine operativo lordo sono in crescita in quasi tutti i settori di business, nonostante il forte aumento dei costi delle materie prime registrato proprio in questo periodo. "Il 2020 è stato sicuramente un anno complesso sotto diversi punti di vista, - ha dichiarato Angelo Radici, Presidente di RadiciGroup - ma siamo riusciti a limitare l'impatto negativo della pandemia e a raggiungere risultati soddisfacenti che confermano la nostra competitività sul mercato. Il nuovo anno si apre con la sfida di riuscire a cogliere appieno le potenzialità della ripresa delle attività economiche e, nonostante uno scenario globale ancora incerto, siamo fiduciosi che, facendo leva sulla nostra solidità ed efficienza e puntando su produzioni a maggior valore aggiunto, su una migliore flessibilità produttiva e su investimenti in ricerca e sviluppo, potremo continuare ad offrire ai nostri clienti soluzioni altamente performanti, lavorando insieme su progetti sempre più innovativi e sostenibili".

Nonostante il periodo particolarmente difficile, anche nel 2020 è proseguito, in linea con i trend degli anni precedenti, l'impegno di RadiciGroup per garantire la competitività delle aziende, tramite un piano di investimenti da 50 milioni di euro orientato all'aggiornamento tecnologico e alla flessibilità degli impianti nonché alla sostenibilità dei processi e dei prodotti.

"Negli ultimi cinque anni - ha sottolineato Alessandro Manzoni, CFO di RadiciGroup - abbiamo investito oltre 240 milioni di euro che ci hanno permesso di fronteggiare le sfide tecnologiche poste dal mondo industriale. Tutto questo tenendo sempre sotto controllo l'indebitamento e arrivando a chiudere anche il 2020 con una posizione finanziaria netta positiva e con tutti gli indicatori patrimoniali in miglioramento. Siamo quindi pronti a cogliere nuove opportunità di crescita e a perseguire ulteriori obiettivi di sviluppo sostenibile: in questa direzione serviranno capitali da investire e la finanza sarà un elemento imprescindibile della sostenibilità".

Radicigroup, Con circa 3.000 dipendenti, un fatturato di 1.019 milioni di euro nel 2020 e un network di unità produttive e sedi commerciali dislocate tra Europa, Nord e Sud America e Asia, RadiciGroup è oggi leader mondiale nella produzione di una vasta gamma di intermedi chimici, polimeri di poliammide, tecnopolimeri ad alte prestazioni e soluzioni tessili avanzate, tra cui filati in nylon, filati in poliestere, filati provenienti da recupero e da fonti bio, non tessuti e dispositivi di protezione in ambito sanitario.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli