Italia markets open in 6 hours 48 minutes
  • Dow Jones

    34.792,67
    -323,73 (-0,92%)
     
  • Nasdaq

    14.780,53
    +19,24 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.584,08
    0,00 (0,00%)
     
  • EUR/USD

    1,1846
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    33.618,55
    +914,00 (+2,79%)
     
  • CMC Crypto 200

    981,48
    +54,71 (+5,90%)
     
  • HANG SENG

    26.426,55
    +231,73 (+0,88%)
     
  • S&P 500

    4.402,66
    -20,49 (-0,46%)
     

Raffaele Trua è morto: era gravissimo dopo un incidente stradale

·1 minuto per la lettura
Ragazzo morto a Viterbo
Ragazzo morto a Viterbo

Tragedia a Viterbo, dove un ragazzo di 24 anni è morto dopo aver perso il controllo della sua motocicletta ed essersi schiantato contro un albero. Il giovane era giunto in ospedale in condizioni gravissime e sottoposto ad un lunghissimo intervento a seguito del quale i medici hanno dovuto constatare il decesso.

GUARDA ANCHE - Incidenti stradali, numeri drammatici per i giovani

Ragazzo morto a Viterbo

Raffaele Trua, questo il nome della vittima, si trovava ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma da quattro giorni. Nella serata di martedì 23 giugno era rimasto coinvolto in un incidente che gli era costato diverse fratture e ferite ma soprattutto un grave trauma cranico. Gli inquirenti stanno ancora indagando sulle cause del sinistro senza escludere alcuna ipotesi, nemmeno quella che possa essere stato causato una buca sul manto stradale.

Quando i sanitari del 118 sono giunti sul posto le condizioni di Raffaele erano già critiche e per questo ne hanno disposto il trasferimento con l’elicottero in codice rosso. Qui i medici lo hanno operato ma le sue condizioni erano lungi dal migliorare tanto che si parlava già di morte cerebrale. Nella serata di venerdì 26 giugno il personale ha dovuto constatare il suo decesso, a seguito del quale verrà probabilmente eseguita l’autopsia. Il suo corpo è stato infatti sequestrato dalla Procura di Roma prima di venire consegnato alla famiglia per i funerali.

Tanti i messaggi di cordoglio e vicinanza arrivati ai familiari del giovane, molto conosciuto in città dove giocava a pallanuoto e si dedicava all’arrampicata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli