Italia markets close in 3 hours 26 minutes
  • FTSE MIB

    22.595,51
    +96,62 (+0,43%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,24 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,10 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.633,46
    +391,25 (+1,39%)
     
  • Petrolio

    52,53
    +0,17 (+0,32%)
     
  • BTC-EUR

    30.387,07
    +214,08 (+0,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    729,11
    -6,03 (-0,82%)
     
  • Oro

    1.837,10
    +7,20 (+0,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2130
    +0,0047 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    29.642,28
    +779,51 (+2,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.610,15
    +7,48 (+0,21%)
     
  • EUR/GBP

    0,8909
    +0,0021 (+0,23%)
     
  • EUR/CHF

    1,0769
    +0,0013 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,5432
    +0,0037 (+0,24%)
     

Rally alla borsa di Tokyo, Nikkei +2,55%. Asia brinda a rumor Usa-Cina, boom sterlina post elezioni UK

Laura Naka Antonelli

Boom per le quotazioni dell'indice Nikkei 225 della borsa di Tokyo, che ha concluso la sessione balzando del 2,55% a 24.023,10 punti. Si brinda ai rumors arrivati dal fronte delle trattative commerciali tra Pechino e Washington. Secondo quanto appreso dalla Cnbc da alcune fonti, Usa e Cina avrebbero raggiunto un accordo di principio sulla "Fase 1" di una intesa più ampia, volta a porre fine alla guerra dei dazi. Non solo. La Casa Bianca sarebbe disposta a cancellare i dazi contro i prodotti cinesi che sarebbero dovuti diventare operativi nella giornata di domenica, 15 dicembre. L'amministrazione Trump avrebbe offerto anche di tagliare le tariffe punitive esistenti che hanno colpito $360 miliardi di prodotti cinesi del 50%. Gli investitori guardano anche al risultato delle elezioni generali del Regno Unito, che ha confermato come il partito dei Tories di Boris Johnson abbia conquistato la maggioranza assoluta in Parlamento. I conservatori si sono aggiudicati 368 seggi, mentre i laburisti di Jeremy Corbyn avrebbero conquistato solo 191 seggi. Il manifesto dei Tories è quello di assicurare a questo punto il passaggio del Withdrawal Agreement al Parlamento UK e di concretizzare la Brexit entro il 31 gennaio dell'anno prossimo. Molto bene la sterlina, che è salita nelle contrattazioni overnight fino a $1,3467, in rialzo di oltre +2% nei confronti del dollaro. Anche l'azionario ex Japan ha fatto bene, con l'indice MSCI Asia ex Japan salito dell'1,50% circa. Le indiscrezioni su Usa e Cina hanno fatto balzare, prima, Wall Street, con l'indice S&P 500 che ha guadagnato lo 0,9% alla chiusura record di 3.168,57 punti. Anche il Nasdaq Composite ha testato il valore di chiusura più alto di sempre, a 8.717,32 punti, in progresso dello 0,7%, mentre il Dow Jones Industrial Average ha chiuso salendo di 220,75 punti, a 28.132,05 punti. Tornando all'azionario asiatico, Hong Kong in rally del 2,15%; Shanghai sale dell'1,6%, Sidney fa +0,46%, Seoul +1,44%.