Italia Markets closed

Rating BUY: 25.000 ristoranti nel mondo

Paolo Crociato
 

Dopo diversi mesi consecutivi di rialzi da parte degli indici azionari americani, che avevano portato le quotazioni della Borsa Usa su nuovi record storici, la settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da una correzione più decisa, con l'indice S&P500, che misura l'andamento delle 500 aziende maggiormente capitalizzate negli Stati Uniti, in calo del 4,1% da venerdì scorso. La scintilla che ha innescato i ribassi è partita dalla Fed, che sta portando avanti una strategia di rialzo dei tassi in maniera piuttosto decisa e superiore alle precedenti attese degli economisti. La situazione dei tassi, abbinata ai multipli piuttosto elevati raggiunti dal mercato, ha portato gli investitori ad alleggerire le posizioni, portando a casa parte dei guadagni ottenuti negli ultimi mesi. Su queste basi, anche i nostri portafogli hanno seguito il trend negativo di breve termine, anche se i ribassi sono stati più contenuti rispetto al mercato. A fronte del -4,1% del S&P500, il modello Top Analisti chiude la settimana con una flessione del 3,3% e il modello Top Dividend termina con una flessione del 2,7%. L'andamento meno volatile dei nostri portafogli, conferma l'importanza dei fondamentali nella selezione delle singole partecipazioni, che ci ha portato da diversi anni a privilegiare un ristretto numero di società internazionali leader, caratterizzate da lunghi track record di crescita di utili e dividendi, potenzialmente in grado di ottenere performance superiori di medio lungo termine, indipendentemente dalle oscillazioni degli indici azionari nel breve termine. In aggiunta, il costante reinvestimento dei dividendi incassati crea il famoso effetto palla di neve, sfruttando il potere dell'interesse composto. Rotolando verso valle, una piccola palla di neve accumula velocemente più volume (dividendi) diventando sempre più grande in modo esponenziale durante il suo percorso.

Prendiamo l'esempio di Warren Buffett, il famoso Guru noto per le sue performance record in borsa dal 1962 ad oggi, nel caso del suo investimento su Coca Cola (NYSE: KO - notizie) , quotato sul Nyse con simbolo KO, società presente da diversi anni anche nel nostro modello Top Analisti. Questa società è una di quelle aziende che non dovrebbe mancare in ogni portafoglio globale che punti a crescite superiori nel lungo termine. Dal 1956 ad oggi il titolo risulta infatti presente al terzo posto assoluto tra i titoli più performanti a Wall Street, secondo la speciale classifica redatta dal professor Jeremy Siegel della Wharton University, che raggruppa le venti società con i maggiori guadagni di borsa negli Stati Uniti. Un solo dollaro investito nel 1956 in Coca Cola vale oggi oltre 2025 dollari, con un rendimento di +14,7% annuo composto per oltre 60 anni consecutivi. Warren Buffett detiene attualmente in portafoglio 400 milioni di azioni Coca Cola, per un controvalore attuale di 18 miliardi di dollari ed una quota pari al 9,38% della compagnia, risultando attualmente il maggiore azionista a libro soci. Anche Buffett considera questa società come un titolo "forever" ovvero da mantenere per sempre in portafoglio.

Acquistate dal Guru nel 1988 per un controvalore di carico pari a 1,299 miliardi, le azioni Coca Cola hanno generato un guadagno stellare di  +1270% in 30 anni e producono oggi una rendita da dividendi di ben 624 milioni ogni anno con un rendimento del 48% annuo sul capitale originariamente investito! In altre parole, un importo di 100.000 dollari investito in Coca Cola nel 1988 produce oggi 48.000 dollari annui di soli dividendi, trasformandosi in una potentissima macchina da rendita. Su questa basi, vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq (Francoforte: 813516 - notizie) , Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,8% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 14,8 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E), con una raccomandazione media degli analisti e broker internazionali (Avg Broker Rating) pari a BUY (2,0) , in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Il Pay Out medio è pari allo 0,7. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi: +18,2% secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2.0). Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +14,4% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,8% annuo, per un totale di incremento stimato pari +18,2%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti

Vendite: vendere in data di oggi 120 azioni Nacco Industries Inc (NYSE: NC - notizie) . quotate sul Nasdaq con simbolo NC.

Nuovi acquisti: approfittiamo delle quotazioni deboli di questi giorni, utilizzando la liquidità derivante dalla vendita di oggi e acquistiamo in apertura di mercato: TITOLO 1 - Settore ristorazione - portando il controvalore investito su questo titolo a 120 azioni per una quota pari allo 0,5% del portafoglio e TITOLO 2 - Settore prodotti di largo consumo, portando il controvalore investito su questo titolo a 190 azioni per una quota pari allo 0,7% del portafoglio. Vediamo ora nel dettaglio l'analisi delle due aziende che entrano oggi nel portafoglio.

55 anni di crescite dei dividendi e ricavi in crescita nei grandi paesi emergenti

Questa importante multinazionale, risulta attualmente classificata tra le 20 aziende più performanti degli ultimi 60 anni a Wall Street, con un rendimento pari a +14,6% annuo composto dal 1956 ad oggi. Nell' ultima settimana il titolo ha evidenziato ancora un andamento debole, con un prezzo attestato ora ad un livello interessante per nuovi acquisti. Ci sono diverse motivazioni che ci spingono a considerare questa azienda per il nostro portafoglio. In primo luogo i dividendi, cresciuti in maniera consecutiva da 55 anni. Complessivamente, sulle migliaia di società quotate a Wall Street, solamente altre 15 aziende possono vantare un simile primato. In aggiunta, operando nel settore dei beni di largo consumo, l'azienda opera in un business più difensivo, potenzialmente in grado di generare utili anche nelle fasi recessive dell'economia.

Descrizione del business: Nata a New York nel lontano 1806 come piccola azienda produttrice di saponi e candele, oggi con oltre 35.000 dipendenti, la società, tramite le sue filiali, serve centinaia di milioni di consumatori in oltre 200 paesi del mondo, con ricavi annui di 15 miliardi di dollari, ripartiti in parti uguali tra economie più sviluppate e paesi emergenti. La struttura commerciale è suddivisa in due divisioni. La prima divisione si occupa di igiene orale, cura personale e prodotti per la casa. In questo segmento, l'azienda è considerata il leader assoluto di mercato ed offre una vasta gamma di prodotti per l'igiene orale, inclusi dentifrici, spazzolini da denti e collutori, nonché prodotti farmaceutici per dentisti e altri professionisti della salute orale, prodotti per la cura personale che comprendono saponi per le mani solidi e liquidi, gel per la doccia, shampoo, balsami, deodoranti e antitraspiranti. In aggiunta, produce e commercializza una ampia gamma prodotti per la cura della casa, come detersivi per bucato e per stoviglie, ammorbidenti per tessuti, detergenti per la casa e altri prodotti correlati. La seconda divisione si occupa di alimentazione per animali domestici e  fornisce prodotti nutrizionali per le esigenze quotidiane, una gamma di prodotti terapeutici per gestire le malattie degli animali domestici e vari prodotti con ingredienti naturali. L'azienda distribuisce alcuni dei principali marchi globali e regionali e commercializza i suoi prodotti per uso orale, personale e per la casa a vari clienti al dettaglio e distributori all'ingrosso e commercializza i suoi prodotti nutrizionali per Autore: Paolo Crociato Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online