Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.717,42
    +79,23 (+0,31%)
     
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,36 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,09 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    28.948,73
    -9,83 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    70,78
    +0,49 (+0,70%)
     
  • BTC-EUR

    29.532,25
    -1.314,62 (-4,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    924,19
    -17,62 (-1,87%)
     
  • Oro

    1.879,50
    -16,90 (-0,89%)
     
  • EUR/USD

    1,2107
    -0,0071 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,25 (+0,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.126,70
    +30,63 (+0,75%)
     
  • EUR/GBP

    0,8581
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0870
    -0,0021 (-0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,4713
    -0,0008 (-0,05%)
     

Rc auto: rilevati 106 siti fake da inizio anno, il 2021 potrebbe battere un nuovo record

·1 minuto per la lettura

L'Ivass ha segnalato oggi di aver individuato altri 20 siti irregolari che distribuivano polizze assicurative false. Con i 20 di oggi, si arriva a 106 siti fake nel 2021, battendo già il dato dell'intero 2018, pari a 103. "Mantenendo questo trend a fine anno arriveremmo a 263 siti, battendo il record storico del 2020 pari a 241, dopo i 168 del 2019, i 103 del 2018 e i 50 del 2017 - sottolinea Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori - Una crescita astronomica che richiede un intervento legislativo, sia per inasprire le pene per i truffatori, sia per dare il potere all'Ivass di oscurare e chiudere autonomamente i siti irregolari senza dover ricorrere alla magistratura, sia per attenuare le pene per chi, in perfetta buona fede, vittima della truffa, viaggia con una polizza falsa, e che invece ora è equiparato a chi con dolo non assicura il veicolo".