Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.534,57
    -451,13 (-1,96%)
     
  • Dow Jones

    33.739,20
    -259,84 (-0,76%)
     
  • Nasdaq

    12.687,11
    -278,23 (-2,15%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,33
    -11,77 (-0,04%)
     
  • Petrolio

    90,97
    +0,47 (+0,52%)
     
  • BTC-EUR

    21.391,26
    -2.082,80 (-8,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    510,73
    -30,87 (-5,70%)
     
  • Oro

    1.763,10
    -8,10 (-0,46%)
     
  • EUR/USD

    1,0040
    -0,0052 (-0,51%)
     
  • S&P 500

    4.228,49
    -55,25 (-1,29%)
     
  • HANG SENG

    19.773,03
    +9,12 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.730,32
    -47,06 (-1,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8492
    +0,0039 (+0,46%)
     
  • EUR/CHF

    0,9624
    -0,0025 (-0,26%)
     
  • EUR/CAD

    1,3042
    -0,0019 (-0,14%)
     

Rcs e Blackstone trovano accordo su contenzioso sede via Solferino

Il logo RCS MediaGroup SpA è visibile fuori dalla sede centrale di Milano

MILANO (Reuters) -Rcs MediaGroup e Blackstone hanno trovato un accordo per chiudere la disputa legale sull'acquisto degli immobili dove si trova la sede storica del Corriere della Sera a Milano da parte del fondo Usa nel 2013.

In base all'intesa, si legge in una nota congiunta, Rcs riconosce la legittimità dell'operazione di compravendita - che aveva contestato perché avvenuta a suo giudizio a prezzi troppo bassi a causa della sue difficoltà finanziarie - e "si rammarica per il disagio causato dalla controversia" iniziata nel 2018. Prima un arbitrato, poi la corte d'Appello di Milano avevano respinto le sue richieste di annullamento e risarcimento.

Rcs, che corrisponderà un contributo di 10 milioni alle spese sostenute da Blackstone, riacquisterà per 59,9 milioni l’immobile di via Solferino, sede storica del Corriere della Sera, parte del complesso immobiliare oggetto della controversia. Quella parte era stata venduta nel 2013 per 30 milioni.

In cambio Blackstone rinuncia alla contro-causa che aveva intentato a New York contro la società e il suo presidente Urbano Cairo, nella quale chiedeva fino a 600 milioni di dollari di danni per aver impropriamente reclamato la proprietà degli immobili e di aver per questo "intenzionalmente interferito" con la vendita ormai quasi conclusa degli asset ad Allianz. La causa americana era rimasta sospesa fino a conclusione dell'iter giudiziario italiano.

A Piazza Affari il titolo è balzato sulla scia della notizia e alle 14,25 è in asta di volatilità dopo un rialzo del 15,6%.

(Claudia Cristoferi, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli