Italia Markets closed

Recessione in vista per il Giappone?

Morningstar
 

Il Giappone teme la recessione? Il dubbio fra le Borse internazionali è circolato nei giorni scorsi, quando si è sparsa la voce (peraltro non confermata dall’esecutivo) che il governo nipponico avrebbe in cantiere un nuovo pacchetto di stimolo fiscale da 13mila miliardi di yen (circa 120 miliardi di euro).

Il piano dovrebbe dare una spinta all’economia, sostenere gli investimenti per far fronte ai danni dell’uragano Hagibis che ha colpito il paese a novembre e bilanciare l’impatto dell’aumento dell’Iva dall’8% al 10% scattato il primo di ottobre. La spesa dovrebbe essere inserita nel Bilancio per il prossimo anno fiscale (che inizierà il primo aprile), che verrà approvato alla fine di dicembre. Una mossa simile, anche se di importo decisamente superiore (28mila miliardi di yen), era stata effettuata ad agosto del 2016.

Congiuntura più debole

La situazione macro dell’Arcipelago, da quando l’aumento dell’Iva è entrato in vigore, qualche segno di debolezza l’ha mostrata.

Gli ultimi dati del Ministero dell’economia, commercio e industria pubblicati la settimana scorsa dicono che:

  • Le vendite al dettaglio il mese passato sono scese al ritmo più veloce degli ultimi quattro anni e mezzo con un calo del 7,1% rispetto allo stesso periodo del 2018.
  • Ad essere particolarmente colpiti sono stati beni come auto e arredamenti per la casa (generi molto costosi, che gli economisti inseriscono nella categoria detta big ticket items).

Altri numeri resi noti dal Ministero hanno mostrato che, sempre a ottobre, la produzione industriale è scesa del 4,2% contro il +1,7% segnato a settembre e il calo del 2,1% atteso dal consensus.

Il mercato punta su Abe

Gli investitori, intanto, mostrano ottimismo e continuano ad acquistare azionario giapponese. L’indice Morningstar Japan nell’ultimo mese (fino al 3 dicembre e calcolato in euro) ha guadagnato il 2,7% (+2,3% in yen) portando a +21,7% la performance da inizio anno (+16,8% in valuta locale).

Indice Morningstar Japan

Dati in euro aggiornati al 3 dicembre 2019

Fonte: Morningstar Direct

In quattro settimane la categoria Morningstar in cui sono raccolti i fondi che investono nella Large cap nipponiche ha guadagnato, in euro, il 2,6% (+2,2% in yen), mentre quella riservata a chi punta su Small e Medium cap ha registrato +3,8% (+3,4%).

“Il contesto politico rimane favorevole al proseguimento dell’Abenomics (il programma di iniziative economiche varato nel 2013 dal premier, Shinzo Abe, per dare una spinta alla congiuntura del Sol levante, Ndr)”, spiega Homin Lee, macro strategist Asia di Lombard Odier. “Dopo la recente vittoria nella Camera alta, il primo ministro Abe ha effettuato un rimpasto di governo a favore degli alleati stretti, riuscendo anche a cooptare i giovani sfidanti alla sua leadership e consolidando così la possibilità di superare la restante parte del mandato e mettere a segno alcuni colpi sul fronte della libertà di commercio, dell’energia nucleare e altre iniziative di riforma”.

Di Marco Caprotti

Autore: Morningstar Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online