Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    +697,49 (+2,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2054
    -0,0034 (-0,28%)
     
  • BTC-EUR

    40.673,69
    +2.869,34 (+7,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    981,05
    +52,81 (+5,69%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Recordati chiude il 2020 con ricavi in calo ma Ebitda in crescita. Previsto miglioramento nel 2021

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Recordati ha chiuso il 2020 con ricavi pari a 1.448,9 milioni di euro, in flessione del 2,2% rispetto all’anno precedente, scontando la svalutazione di quasi tutte le valute rispetto all’euro. A tassi di cambio costanti le vendite risultano in leggera crescita di +0,4%. L’Ebitda è invece salito del 4,7% a 569,3 milioni, grazie al contenimento delle spese e miglioramento del margine lordo. L’utile operativo si è attestato a 469 milioni, in aumento dello 0,8%, mentre l’utile netto è passato da 368,9 a 355 milioni. L’utile netto rettificato, pari a 410,4 milioni, è in crescita del 7,3%. Per il 2021 Recordati prevede una graduale ripresa post Covid-19 dei mercati di riferimento nella seconda metà dell’anno e pertanto stima di realizzare ricavi compresi tra 1.570 e 1.620 milioni, un Ebitda compreso tra 600 e 620 milioni, e un utile netto rettificato compreso tra 420 e 440 milioni. In occasione dei conti preliminari 2020, il gruppo farmaceutico ha fatto sapere che il pagamento del saldo del dividendo per l’esercizio 2020 è previsto per il prossimo 26 maggio, con data stacco il 24 maggio e record date il 25 maggio, mentre il pagamento dell'acconto dividendo relativo all'esercizio 2021 è previsto per il 24 novembre 2021, con data stacco 22 novembre e record date 23 novembre.