Italia markets close in 3 hours 14 minutes
  • FTSE MIB

    23.122,69
    +24,54 (+0,11%)
     
  • Dow Jones

    31.961,86
    +424,51 (+1,35%)
     
  • Nasdaq

    13.597,97
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    30.168,27
    +496,57 (+1,67%)
     
  • Petrolio

    63,42
    +0,20 (+0,32%)
     
  • BTC-EUR

    42.474,75
    +813,22 (+1,95%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.038,30
    +43,64 (+4,39%)
     
  • Oro

    1.787,50
    -10,40 (-0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,2229
    +0,0061 (+0,50%)
     
  • S&P 500

    3.925,43
    +44,06 (+1,14%)
     
  • HANG SENG

    30.074,17
    +355,93 (+1,20%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.702,85
    -3,14 (-0,08%)
     
  • EUR/GBP

    0,8641
    +0,0041 (+0,48%)
     
  • EUR/CHF

    1,1075
    +0,0047 (+0,43%)
     
  • EUR/CAD

    1,5259
    +0,0033 (+0,22%)
     

Recovery Fund, Schaeuble: 'Più poteri all'Ue, sull'uso di quelle somme ha poteri di intervento limitati'

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

L'ex ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, ora presidente del Bundestag, rilascia un'intervista a La Repubblica parlando di Europa, Recovery Fund, Unione europea, e facendo un accenno anche alla crisi politica esplosa in Italia. Viene messa in evidenza la difficoltà che i paesi europei incontrano quando devono spendere i fondi Ue. "Un esempio - dice Schaeuble - Un ministro delle Finanze può decidere di investire 100 miliardi in una rete digitale efficiente. Alla fine dell'anno, il sottosegretario con delega al Bilancio gli dirà, sorridendo: 'Lo sapevo che non mi sarebbe costato molto. Perchè non riusciamo a spenderli'. Io l'ho sempre detto: it's the implementation, stupid! E non vale solo per la Germania. Ho paura che sarà anche per i 750 miliardi del Recovery Fund". Wolfgang Schaeuble si spiega meglio: "L'Ue ha poteri di intervento limitati sull'uso di quelle somme. Ma se si prova a chiedere più nel dettaglio cosa succederà con quei soldi, può accedere addirittura che scoppino delle crisi di governo, come in Italia". Il numero uno del Parlamento tedesco chiede praticamente a gran voce che l'Unione europea venga dotata di maggiori poteri. In riferimento ai programmi nazionali, Recovery Plan, che i paesi membri stanno presentando, "non vedo progressi essenziali, meccanismi efficaci nell'implementazione, da parte dei Paesi membri. Spero che riusciamo ad accelerare. E spero anche, visto il colossale volume finanziario, che l'Europa si possa muovere gradualmente verso un'Unione economica e finanziaria, perché solo così l'Unione monetaria potrà restare stabile. Ma per fare questo, occorre dare maggiori poteri all'Unione europea".