Italia markets open in 1 hour 59 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.392,63
    -270,87 (-0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,2029
    -0,0030 (-0,25%)
     
  • BTC-EUR

    40.612,32
    +1.635,84 (+4,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    979,81
    -6,84 (-0,69%)
     
  • HANG SENG

    29.031,92
    -420,65 (-1,43%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Recovery, Gentiloni: ricevuti già 20 piani nazionali su 27

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Bruxelles, 15 feb. (askanews) - "È molto positivo il fatto che abbiamo ricevuto ad oggi 20 su 27 piani nazionali di ripresa e resilienza" da parte degli Stati membri, per accedere ai fondi Ue di Recovery. "Questi piani sono molto coerenti con i principali obiettivi che abbiamo deciso prima la transizione verde e seondo la competitività digitale". Lo ha detto oggi il commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni, durante un'intervista a Bloomberg Tv.

"Abbiamo anche chiesto - ha continuato Gentiloni - di affrontare in questi piani le riforme, che sono molto importanti per avere una crescita più forte in molti paesi dell'Ue; e stiamo lavorando con gli Stati membri in special modo per rafforzare questi aspetti delle riforme nei loro piani nazionali".

"Sono piuttosto fiducioso - ha aggiunto il commissario - sul fatto che entro la scadenza prevista per la presentazione, a fine aprile, avremo dei piani nazionali molto buoni ed efficaci per questa emissione di debito senza precedenti" da parte della Commissione "per un obiettivo comune".

A una domanda sullo stato dei piani, se siano abbastanza specifici e dettagliati o se si tratti piuttosto di un lavoro ancora in corso, Gentiloni ha replicato: "E' un lavoro è in corso; siamo piuttosto soddisfatti per quanto riguarda il raggiungimento degli obiettivi per gli investimenti: i target obbligatori del 37% per la transizione verde e del 20% per la competitività digitale. Ma in certi casi abbiamo bisogno di avere più chiarezza sugli obiettivi e sui mezzi per conseguirli".

"Poi - ha sottolineato il commissario - stiamo lavorando sulle riforme. Come Commissione, abbiamo raccomandato spesso agli Stati membri alcune riforme cruciali: questa è l'opportunità per affrontarle. Non penso che avremo nessun'altra opportunità come questa per ricostruire meglio la nostra economia, dopo una crisi come questa", ha concluso.