Italia markets open in 3 hours 2 minutes
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,06 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,54 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.458,66
    -292,96 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1278
    -0,0042 (-0,37%)
     
  • BTC-EUR

    50.841,38
    +2.570,99 (+5,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.432,91
    -22,50 (-1,55%)
     
  • HANG SENG

    23.956,43
    -124,09 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     

Reddito cittadinanza, in tre anni 48 milioni di euro intascati illegalmente

·1 minuto per la lettura
Ufficio Stampa – Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri
Ufficio Stampa – Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri

Più di 40 milioni di euro indebitamente percepiti come reddito di cittadinanza sono stati individuati dai Carabinieri nel corso del 2021 in Italia.

LEGGI ANCHE: Reddito di cittadinanza, maxi truffa: scoperti quasi 5mila irregolari

L'Arma ha controllato in tutto il paese 156.822 persone che hanno ricevuto il beneficio. Di queste 9.247 sono state deferite all'Autorità Giudiziaria per irregolarità. Tra loro 4.124 erano persone già note alle Forze dell'Ordine per altri motivi.

GUARDA ANCHE: Reddito di cittadinanza a condannati per mafia, 76 denunce

I controlli, nel corso di quest'anno si sono notevolente rafforzati: addirittura, evidenziano di dati diffusi dall'Arma, sono moltiplicati 14 volte tra il 2019 e il 2021.

Negli anni precedenti i controlli avevano riguardato infatti "soltanto" 10.778 soggetti nel 2019 e 18.131 nel 2020 riscontrando rispettivamente 459 (per per 969.450,68 euro) e 1.408 (per 5.614.247,80 euro) irregolarità.

A livello complessivo, fra il 2019 e il 2021 quasi 48 milioni di euro sono finiti nelle tasche di persone che hanno percepito il reddito di cittadinanza illecitamente.

GUARDA ANCHE: Arriva il bonus terme: fino a 200 euro per tutti, senza limiti di reddito

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli