Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.831,65
    +573,33 (+1,67%)
     
  • Nasdaq

    15.070,97
    +174,12 (+1,17%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1748
    +0,0052 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    38.177,44
    +583,36 (+1,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.124,67
    +15,75 (+1,42%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.459,70
    +64,06 (+1,46%)
     

Reddito di cittadinanza, Briatore: "Andava sospeso da maggio a ottobre"

·1 minuto per la lettura

In Italia c'è "il problema del reddito di cittadinanza, non c'è alcun giovane che ha voglia di lavorare durante la stagione estiva" e "non è vero che si offrono contratti bassi" e quindi "il governo doveva sospendere il reddito da maggio a ottobre, dare la possibilità ai giovani di fare la stagione e poi riprendeva a ottobre. Lo Stato risparmiava e magari c'è qualcuno che trovava lavoro per tutto l'anno". E' quanto sostiene l'imprenditore Flavio Briatore, che all'Adnkronos ricorda come "a fine aprile mancava lavoro in tutti i centri commerciali, i ristoranti erano disperati perché non trovavano personale. Il reddito di cittadinanza andava sospeso per la stagione", ribadisce.

Quanto alle polemiche legate all'offerta economica bassa da parte degli imprenditori, che spingerebbe i giovani ad 'accontentarsi' del reddito di cittadinanza, per Briatore "si tratta di cavolate. Un ragazzo che lavora al Twiga - spiega - ha uno stipendio minimo di 1.800 o 1.900 euro al mese. In Italia una stagione dura 4 mesi. Ripeto, dovevano abolirlo, lasciare che i ragazzi lavorassero con salari ovviamente corretti e poi riprenderlo. Così si risparmiavano 5 mesi di reddito e invece, mantenendolo durante la stagione, i giovani ci chiedono di lavorare in nero, una cosa che non possiamo permetterci di fare", conclude Briatore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli